NEWS Letto 4263  |    Stampa articolo

Palazzo Feraudo diventa centro aggregazione culturale

Redazione
Foto © Acri In Rete
Palazzo Feraudo, sito in via Baffi, diventa Centro aggregazione culturale. L’intervento, del costo di 200 mila euro e curato dal geometra Angelo Fabbricatore, dall’ing. Giulio Federico e dal geologo Roberto Saporito, prevede la riqualificazione, l’adattamento e l’allestimento dell’immobile di proprietà del Comune.
Il palazzo apparteneva all’antica e facoltosa famiglia Bernaudo, come testimonia, ancora oggi, lo stemma posto sul portale di ingresso, per essere poi acquistato, nel XIX° secolo, dalla famiglia Feraudo.
L’intervento si colloca nel Por Calabria 2007-2013, “azioni per la realizzazione dei contratti locali di sicurezza”, e mira alla riqualificazione, adattamento e/o allestimento di locali pubblici da adibire a laboratori e ad attività socio-culturali. L’incipit iniziale dell’ipotesi progettuale è, dunque, quello di creare un centro di aggregazione, ottenendo spazi polivalenti, che possono essere luogo di socialità di incontri, di accoglienza, di arte, di cultura di lavoro per le associazioni di volontariato e per i giovani.
Il palazzo si sviluppa su quattro livelli fuori terra e presenta una conformazione planimetria rettangolare. La superficie di piano è di circa 220 mq.
Il palazzo si presenta in uno stato di conservazione buono ma necessita di manutenzione straordinaria, di un adeguamento degli impianti elettrici e di riscaldamento, nonché di interventi volti all'eliminazione delle barriere architettoniche mediante l'installazione di un ascensore. I lavori non interessano i prospetti esterni del fabbricato i quali resteranno invariati rispetto allo stato attuale.
I servizi igienici, gli infissi e le strutture in ferro saranno opportunamente revisionati mentre al piano terra saranno realizzati i servizi per soggetti disabili.
Il "Centro di Aggregazione Palazzo Feraudo", sarà dotato oltre che di biblioteca anche di mediateca e di laboratorio informatico.
Il piano terra sarà destinato alle attività di laboratorio, il piano primo alle attività socio-culturali quale sede di convegni, mostre, incontri, il secondo piano a sala riunioni.
E’ prevista anche la riqualificazione energetica dell’edificio mediante l’istallazione di un impianto fotovoltaico.

PUBBLICATO 10/04/2017

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Altre News

NEWS   |  LETTO 164  
Presentazione della seconda edizione del Vocabolario calabro del Padula. La Fondazione e la città assenti
In attesa del terzo Volume (P-Z) del Vec, Vocabolario Etimologico Calabrese....
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 885  
Finanziamenti per i centri storici. C’è anche Acri
La Regione Calabria, Dipartimento urbanistica e beni culturali, ha provveduto ad approvare...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1883  
Alimentazione. Ecco le Montanine, le patatine silane in sacchetto
Le Montanine. Una bella novità sul mercato italiano, le patatine fritte in sacchetto prodotte in Calabria, in Sila, a Camigliatello Silano grazie ad Antonio e Serena Paese, due giovani imprenditori ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 861  
La Notte dei Licei al classico Julia. E venerdì prossimo si replica allo scientifico
Non c’erano dubbi sulla riuscita dell’evento! La Notte Nazionale del Liceo Classico ha registrato un numero di visitatori oltre le aspettative. Genitori, bambini, studenti, cittadini hanno partecipa ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 912  
Verso le regionali. Nel consiglio comunale pescheranno in molti
Continua il nostro viaggio nelle elezioni regionali previste per il 26 gennaio....
Leggi tutto