NEWS Letto 4362  |    Stampa articolo

Amianto, obbligo di censimento. Previste multe salate

Redazione
Foto © Acri In Rete
Il Commissario straordinario, Maria Vercillo, vista la relazione del Responsabile Area Tecnica, con la quale si evidenzia la necessità e l'urgenza di emanare un'ordinanza concernente il censimento obbligatorio dell'amianto presente nel territorio comunale, ordina  a tutti i proprietari d'immobili con coperture in lastre di cemento amianto, a tutti i proprietari di beni mobili ed immobili nei quali siano presenti materiali o prodotti contenenti amianto libero o in matrice friabile nonché ai titolari d'unità produttive, entro il termine perentorio di 60 giorni, ad effettuare il censimento degli stessi mediante l'utilizzo di apposito modello/scheda  disponibile presso l'ufficio igiene del Comune o scaricabile dal nostro sito (clicca qui).
Le schede  vanno spedite a mezzo raccomandata al Comune di Acri o mezzo pec all'indirizzo protocollo.acri@pec.it, oppure consegnate direttamente al protocollo generale dell'Ente.
In seguito, il Comune trasmetterà all’ Asp di Cosenza  tutte le schede pervenute, per il prosieguo dell'iter di competenza.
L'inosservanza di tale obbligo, comporta l'applicazione di una sanzione amministrativa, a carico dei soggetti inadempienti, compresa fra € 2.582,29 ed € 5.164,57, in relazione ai quantitativi e alla pericolosità dell'amianto e allo stato di conservazione del materiale stesso. Qualora l'amianto presente nell'immobile sia in condizione di precario fissaggio, dovranno essere tempestivamente adottati i necessari provvedimenti per giungere a condizioni di stabile fissaggio.
Quello della presenza di amianto è un problema che interessa l’intero territorio. Nei mesi scorsi l’Amministrazione Comunale e l’Associazione Ona, hanno sensibilizzato la popolazione attraverso dibattiti ed ordinanze.
Nonostante ciò vi sono ancora discariche di eternit che rappresentano un vero e proprio pericolo per la salute pubblica. Secondo l’ultimo censimento, sarebbero oltre duecento le abitazioni private con coperture in eternit. Si ricorda che le polveri di amianto, respirate, provocano l’asbestosi, nonché tumori della pleura  e il carcinoma polmonare.

PUBBLICATO 23/04/2017

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Altre News

NEWS  |  LETTO 499  
La Notte dei Licei al classico Julia. E venerdì prossimo si replica allo scientifico
Non c’erano dubbi sulla riuscita dell’evento! La Notte Nazionale del Liceo Classico ha registrato un numero di visitatori oltre le aspettative. Genitori, bambini, studenti, cittadini hanno partecipa ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 828  
Verso le regionali. Nel consiglio comunale pescheranno in molti
Continua il nostro viaggio nelle elezioni regionali previste per il 26 gennaio....
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1538  
Molecola contro l’osteoporosi, arriva il brevetto americano. Maria Grano gioisce
Finalmente il brevetto americano è stato concesso. E Maria Grano non nasconde la soddisfazione. La «sua» creatura, quella molecola Irisina che sconfigge l’osteoporosi, ha superato l’ultimo ostacolo ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1066  
Verso le regionali. Candidati in città. Ecco gli appuntamenti
Mancano circa dieci giorni al voto regionale. Davvero poco. Stiamo assistendo....
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 971  
Rimborsopoli. Cinque ex consiglieri regionali devono restituire più di 60mila euro ciascuno
Rimborsopoli, ennesima condanna dalla Corte dei Conti. Sono cinque gli ex consiglieri regionali che dovranno restituire 63.732 euro ciascuno e sono: Francesco D’Agostini, Giuseppe Gentile, Giusepp ...
Leggi tutto