NEWS Letto 5884  |    Stampa articolo

La provincia vuole allocare il geometra all’interno del liceo. Perplessità e proteste

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Questa volta, rispetto ad altre più recenti, sono tutti uniti: dirigente, personale ata, studenti e genitori. Il Liceo Scientifico Julia si oppone fermamente alla proposta avanzata dall’Ente Provincia che, dal primo settembre prossimo, vorrebbe allocare all’interno dell’istituto sei aule, quattro per la teoria e due per la pratica, dell’Istituto Geometra.
Il Liceo è rimasto perplesso sia per i metodi utilizzati che per il merito della proposta che,in realtà, rappresenta un vero e proprio diktat, fanno sapere dal Liceo.
"Non un solo confronto, infatti, c'è stato chiesto, sia telefonico che fisico, non una possibilità di parlare della questione."
La proposta, però, ha una valida giustificazione visto che al momento l’Istituto Geometra è ospitato all’interno di un edificio privato e, quindi, ha un costo per la Provincia che, come risaputo, in questo periodo è costretta a razionalizzare le spese in conseguenza dei tagli finanziari.  
Ma anche il Liceo ha i suoi buoni motivi per opporsi. Non c’è lo spazio adeguato, dicono ancora dallo Julia, per ospitare  circa cento ragazzi, a cui, è bene dirlo, esprimiamo la nostra solidarietà.
Accettare l’idea dell’Ente significa sposare il triennio, ovvero otto classi al terzo piano dove sono allocati la biblioteca e la sala riunioni, il piano inferiore, invece, è occupato dagli archivi, insomma saremmo costretti ad una non facile ridistribuzione degli spazi.
"Veniamo già da un periodo di disagio dovuto all’ospitalità del Liceo classico ed oggi non vogliamo ritornare nel caos. Ci saranno problemi inerenti le interferenze con gli orari di ingresso e di uscita e con la sicurezza senza dimenticare che dal prossimo mese di settembre saranno attivati i due nuovi corsi di linguistico e scienze applicate, in sostanza saremmo come sardine.
Il Geometra che, anche per una questione logistica, potrebbe trovare ospitalità presso l’Istituto Tecnico Commerciale, dal quale dipende, visto che vi sono aule a disposizione.
Se la Provincia non trova una soluzione alternativa ci opporremo con ogni mezzo per impedire una situazione che si presenterebbe difficile e ingestibile
. "

PUBBLICATO 31/05/2017

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Altre News

NEWS  |  LETTO 4711  
Non ce l’ha fatta l’uomo ustionatosi
Mario T., l’uomo di 52 anni, celibe, che nella giornata di lunedì era rimasto vittima di gravi ustioni, mentre era intento ad accendere il caminetto, è deceduto stamattina al Centro grandi ustionati ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 862  
Funghi e dispersi
Funghi e dispersi, un binomio, purtroppo, frequente. Le cronache di questi giorni ci raccontano di numerosi...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 939  
Il Municipio rilancia i prodotti del territorio
Le attività produttive di Acri tornano ad essere protagoniste a Pisa. In occasione infatti della 15esima Festa della Cultura Calabrese, dopo oltre un decennio di assenza, quest’anno grazie all’inte ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1007  
Ecodistretti e discariche. Ecco dove saranno realizzati
Nei nostri tanti precedenti articoli lo avevamo scritto più volte; che il 16 settembre sarebbe stata una giornata importante per i rifiuti della provincia di Cosenza.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1186  
Polizia Municipale. Dovranno espletarsi i concorsi
La procedura di mobilità, avviata dal Comune nello scorso mese di giugno, non è andata a buon fine, pertanto si dovranno espletare i concorsi per i tre posti di istruttore di vigilanza all’interno d ...
Leggi tutto