POLITICA Letto 1312  |    Stampa articolo

Regionali. Promesse, impegni, consensi e ringraziamenti. Ed ora?

Redazione
Foto © Acri In Rete
Crediamo che ognuno di voi, soprattutto chi segue con attenzione le vicende politiche ed ama le statistiche, abbia fatto questo semplicissimo calcolo; alle ultime Regionali, su 8800 voti validi, ben 8500 sono stati dati a candidati esterni al territorio.
Di contro, i due candidati locali, Gencarelli e Barillaro, hanno ottenuto poco più di 300 preferenze.
Gli “esterni” qui hanno trovato ancora una volta terreno fertile.
Successo per Aieta, Dp (957), Molinaro, Lega (494), Bevacqua, Pd (442), Gallo, Fi (384), Morrone, Fdl (317) e Guccione, Pd (240) ma molti altri ancora hanno raggiunto le 100 preferenze.
In queste ore alcuni di loro stanno provvedendo a ringraziare attraverso comunicati stampa o manifesti murali e stanno annunciando il ritorno in città per incontrare di persona gli elettori.
Durante la campagna elettorale qualcuno si è fatto vedere, dispensando impegni e promesse per la città, la comunità, il territorio.
Speriamo sia così ma se guardiamo indietro c’è poco da essere ottimisti.
Di quelli che nel 2014 raccolsero ampi consensi, durante i 5 anni di legislatura regionale da queste parti si è visto solo qualcuno.
Eppure, il territorio soffre di molte criticità; sanità, servizi, infrastrutture.
Vi risulta che qualcuno di loro abbia presentato mozioni ed interrogazioni a favore della comunità?
Che abbia messo in atto azioni incisive (come fatto da altre parti) per tutelare il territorio?
Ci auguriamo che questa volta siano consequenziali, cioè che dopo le promesse (ed i numerosi consensi), arrivi l’impegno fattivo.
Nei giorni scorsi, il segretario nazionale Pd, Zingaretti, ha detto; “in Calabria il centro destra prende i voti e poi scappa.”
Non vorremmo che la stessa cosa la facciano i candidati “esterni” anche in questa tornata.
Noi vigileremo e me daremo conto.
Per finire; più di uno ci fa notare, giustamente, che, sebbene negli anni passati la comunità abbia avuto rappresentanti locali, sia in consiglio regionale che in giunta, l’attenzione ed il tornaconto verso il territorio sono stati nulli.
Come dargli torto.

PUBBLICATO 05/02/2020

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Altre News

POLITICA  |  LETTO 2096  
Consiglio comunale. Feraudo contro Gencarelli, la Prefettura risponde
“La Prefettura ha riscontrato il mio esposto contro il Presidente del Consiglio comunale. Ritengo tale intervento di particolare importanza e utile al fine di finalmente affermare nel consiglio comu ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 898  
Ospedale non attivo. Interviene anche il consigliere di maggioranza Morrone
“Acri ha una oggettiva situazione di difficoltà di vie di comunicazione: 40 km da Cosenza, Castrovillari e Rossano; 40 km che costano un’ora e più di percorrenza. Perchè nella nostra città non si è ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 1571  
Consiglio comunale inutile e noioso (video integrale)
La vigilia è stata caratterizzata da proclami ed ipotesi che alla fine si sono rivelate false. Nelle sedi deputate e tra gli appassionati di politica si annunciava un’assise animata e senza esclusio ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3159  
Comune. Dimissioni in giunta?
Lo abbiamo scritto qualche giorno fa. All’interno della maggioranza e della giunta non c’è un clima sereno. E non certo per colpa di questa testata giornalistica. Non è un mistero che consiglieri e ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 2671  
Proclamati i dieci consiglieri di Cosenza
Dopo la Santelli, è arrivata la proclamazione anche dei consiglieri della circoscrizione di Cosenza; Bevacqua, Guccione, Di Natale, Morrone, Gallo, Molinaro, Graziano, Caputo, Aieta, DiCaprio.
Leggi tutto