COMUNICATO STAMPA Letto 1400  |    Stampa articolo

La CNA di Acri commenta "non basta la crisi? Ci pensa la grandine"

Foto © Acri In Rete
CNA Acri
La crisi economica nazionale, è già da diversi anni che attanaglia in modo particolare la nostra comunità Acrese.
Infatti, manca lavoro, mancano i giovani, mancano infrastrutture, manca turismo, molte attività chiudono, le aziende presenti nel nostro comune soffrono e, di conseguenza, l’economia di tutto il territorio, risente negativamente di questo andamento.
Ma come se tutto ciò non bastasse, a rendere la vita dura e ancor più difficile, anche al reparto agricolo, ci pensano gli agenti atmosferici.
Infatti, nel primo pomeriggio del 30 Maggio scorso e, se pur con meno forza, anche nei due giorni a seguire, una copiosa grandinata, con pezzi di ghiaccio grandi poco meno di una pallina da ping pong, che cadevano dal cielo in maniera molto violenta, si è abbattuta sulla zona di Là Mucone di Acri, arrecando notevoli danni a tutte le colture e quindi, di conseguenza, a tutti gli agricoltori della zona.
I maggiori danni li ha subiti la più grande azienda agricola del nostro comune specializzata nella coltura di ciliegie, sita in contrada Policaretto.
Essa, infatti, si trovava proprio nel momento di piena attività, in quanto, le ciliegie di questa azienda, considerata l’altitudine in cui gravita l’azienda stessa, avevano da pochi giorni iniziato il processo di maturazione e la grandine ha rovinato quasi tutto il raccolto di quest’anno. Adesso non resta altro da fare che contare i danni e, da una prima stima, ci sarà un ammanco per la suddetta azienda che si aggira tra i 25 e i 30 mila euro.
Non osiamo quindi immaginare, quello che potrebbe essere la conta dei danni se andiamo a farla su tutta l’area colpita dalla grandinata.
A questo punto, la CNA di Acri, chiede all’Amministrazione Comunale, di intervenire dando un aiuto a tutti gli agricoltori di Là Mucone, magari non in termini economici, visto che il Comune versa in una situazione di dissesto, ma facendosi portavoce di tutto questo con la Regione Calabria e adottando tutte le misure necessarie per poter attivare il processo della “Calamità Naturale”.
Questo non dovrà essere solo una procedura burocratica-politica, ma anche un impegno morale, che l’amministrazione dovrà assumere, nei confronti dei tanti agricoltori che hanno dovuto subire questo ulteriore schiaffo, dettato dalla furia della natura.
Solo in questo modo, tutti gli agricoltori che hanno subito danni, potranno fare domanda e magari successivamente ricevere un risarcimento.
Questo, noi della CNA, crediamo sia l’unico modo per non rendere vano un intero anno di lavoro, fatto da tanti agricoltori locali e, nello stesso tempo, non far perdere la voglia agli agricoltori stessi di fare agricoltura, che tra l’altro, quest’ultima, risulta essere forse, il settore trainante per quella che è l’economia locale.
La CNA di Acri approfitta dell’occasione per ricordare a tutti gli agricoltori, ma anche a tutte le attività presenti nel comprensorio, che continuerà a vigilare come sempre su tutte quelle che sono le problematiche delle aziende locali, ed a mettere a disposizione tutti gli strumenti necessari, unitamente a mezzi e personale, per dare la giusta consulenza e i servizi essenziali a tutti coloro che ne avessero bisogno.


PUBBLICATO 05/06/2018





Altre News

NEWS  |  LETTO 836  
Al via i festeggiamenti in onore del S.S. Crocifisso in contrada Montagnola - Settarie
Questa sera prenderanno il via, alle ore 20:30, i Festeggiamenti in onore del SS. Crocifisso in contrada Montagnola -Settarie con il Musical “Romeo e Giulietta”, a cura degli alunni I.C. “V. Padula” ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 927  
Dal 13 al 15 Festival PadiaSona
Lunedì 13 Agosto, a partire dalle ore 10:00, avrà luogo, presso la piazza antistante la Chiesa di Santa Maria Maggiore, un'Estemporanea di Arti Visive, organizzata dall'Associazione Padiasona e dal ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1025  
Mostre. L'obiettivo di salvatore De Vincenti su Picitti
Una delle cose più belle ed interessanti che questa estate acrese regala a residenti e turisti, è senza dubbio la mostra fotografica “Centro storico: periferia interna”, ovvero trenta stampe ai sali ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 540  
IX edizione del No war day: io sto con Emergency
Anche per l'anno 2018 l'Associazione "PUNTO DI LUCE", come oramai prassi consolidata, organizza l'evento "NO WAR DAY - IO STO CON EMERGENCY", che si terrà come sempre nella splendida ed accogl ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 2070  
Sant'Angelo d'Acri. Scrivono di lui anche in Liguria
Sul numero di maggio/giugno della rivista La Squilla, si scrive anche di lui, Sant’Angelo d’Acri. Si tratta di un periodico curato dai francescani di Recco, provincia di Genova. Tre pagine in cui f ...
Leggi tutto