COMUNICATO STAMPA Letto 1186  |    Stampa articolo

Riparte la scuola: si accende il futuro!

Foto © Acri In Rete
Maria Mascitti
L'inizio dell'anno scolastico può essere considerato il vero inizio dell'anno, ancor più che il primo gennaio; il mese di settembre è l'occasione per ripartire, per rimettersi in gioco, per ritrovare nuovo entusiasmo.
La scuola è il luogo in cui, sin dalla più tenera infanzia, avvengono le prime sfide con noi stessi e con il mondo.
È la palestra della vita, il contesto nel quale la nostra mente si nutre, il carattere matura e la personalità si definisce.
Qualsiasi esperienza formativa deve generare la curiosità, che è ciò che predispone alla conoscenza e che ottimizza ogni risorsa, ogni talento.
La scuola è innanzitutto questo: il volano che ci proietta alla scoperta della nostra interiorità e di quanto ci circonda.
Il mio auspicio è che le nostre istituzioni scolastiche possano essere sempre più calate nella realtà territoriale in cui sono inserite, così da diventare espressione vivace dei carismi e delle vocazioni che in essa si trovano. Spero in una scuola che ravvivi nei nostri ragazzi l'orgoglio per quel bagaglio culturale così ricco e peculiare che Acri possiede, di cui loro sono testimoni e protagonisti.
Solo così, i figli della nostra terra potranno correre incontro al mondo sicuri di sé, ma pienamente aperti al dialogo e alla scoperta di altre culture.
Il mio augurio più grande, alla vigilia di un nuovo anno di lezioni, è diretto a coloro che per la prima volta varcheranno le soglie degli edifici scolastici e vivranno uno dei momenti più importanti della loro esistenza: il primo giorno di scuola.
Paure, aspettative, giovani sogni si mescoleranno, si imprimeranno nella mente e si trasformeranno in indelebile ricordo.
A scuola si impara molto più che una serie di nozioni e di formule, e si sviluppano molto più che delle competenze tecniche; si apprende come il senso critico, la capacità autonoma di giudizio siano una conquista imprescindibile e che il solo strumento per raggiungerli sia l'istruzione, nel senso più alto e nobile del termine.
Dunque, proprio ai nostri piccoli concittadini va il mio pensiero più affettuoso: a scuola inizierà la conquista della vostra libertà e indipendenza, perciò cogliete a piene mani le opportunità per imparare a rendere la vostra vita un capolavoro!

PUBBLICATO 16/09/2018





Altre News

NEWS  |  LETTO 2087  
Geologia e territorio. Le "strane" rocce di Serra di Buda. Si tratta di folgoriti?
Tutto parte nel 1970 quando Francesco Foggia, geologo, docente in quiescenza, allora studente di scienze geologiche, decide di sottoporre all’attenzione di alcuni suoi docenti dell’università di Mod ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3000  
I fatti della settimana. Gli assessori dimissionari, le difficoltà dell'Fc Calcio Acri, i fondi per la messa in sicurezza delle scuole
Apriamo “i fatti della settimana” con la politica. La rivisitazione della giunta pare, oramai, vicina. In una sua nota, pubblicata su Acrinrete.info, è lo stesso sindaco Capalbo ad annunciarla quand ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 2439  
I fatti della settimana. La scomparsa di Fusaro, il rimpasto di giunta, il campionato dell'Acri
Ritorna “I fatti della settimana”. Cronaca. La città perde uno dei simboli del patriottismo; Nicola Fusaro si è spento all’età di 95 anni. Cavaliere della Repubblica, sempre in prima linea nelle ri ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1305  
I bimbi della scuola dell'infanzia Jungi protagonisti nel cartellone dell'Estate Acrese
Quest’anno una piacevole sorpresa ha fatto capolino nel cartellone dell’estate Acrese “R…estate ad Acri” la presenza di alcune date dedicate al teatro portato in scena dalle scuole del territorio. U ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1512  
I fatti della settimana. Politica, sport, cultura, spettacolo, cronaca
Il mese di settembre regala un nuovo servizio ai lettori, numerosissimi, di Acrinrete.info. “I fatti della settimana” vuole essere una sintesi degli eventi più importanti accaduti nella nostra citt ...
Leggi tutto