COMUNICATO STAMPA Letto 1038  |    Stampa articolo

CSE Sanità, solidarietà a Mario Fusaro

Foto © Acri In Rete
Sebastiano Mauceri
Con la presente riteniamo di esprimere il nostro più vivo rincrescimento in merito alla vicenda denunciata dall'On. Sapia del Movimento 5 Stelle nei riguardi del Collega Mario Fusaro, onorato Professionista e persona degna di stima, al quale va la nostra più sincera solidarietà per la vicenda che lo ha visto ingiustamente coinvolto.
La missiva inviata dall'On. Sapia è completamente priva di qualsivoglia conoscenza dei fatti specifici denunciati e delle norme che regolamentano il Servizio di Emergenza/Urgenza.
Infatti è priva di fondamento l'affermazione che il Fusaro svolga funzioni apicali e sovraordinate nell'ambito del Suem 118 nel predisporre i turni di servizio del personale, in quanto tale funzione, perentoriamente svolta da personale Infermieristico per le figure del Comparto , è prevista nelle norme del "Progetto di riordino, riorganizzazione e reingegnerizzazione della rete Urgenza/Emergenza della Regione Calabria, nel rispetto dei dettami del DPGR 18Ottobre 2010" attualmente modello organizzativo dei servizi di emergenza/urgenza, del quale, a tal proposito, consigliamo all'On. Sapia attenta lettura prima di addentrarsi in argomentazioni e giudizi fini a se stessi e non supportati legalmente.
Tantomeno risulta incompatibile la funzione di Coordinatore del servizio 118 con gli incarichi per funzioni pubbliche svolte nell'ambito del Consiglio Comunale di Acri, in quanto, tale funzione, nell'ambito lavorativo, è propria della qualifica di appartenenza.
Precisiamo ancora che il Fusaro non risulta componete della RSU Aziendale dell'ASP di Cosenza anzi, con atto di estrema correttezza, lo stesso si è astenuto dal candidarsi nelle ultime elezioni RSU dell'anno 2018.
Ci preme in fine sottolineare che, Mario Fusaro non è iscritto a allo scrivente Sindacato CSE-Sanità, bensì al Sindacato CGIL e che la presente nota, riveste carattere di solidarietà nei confronti di uno dei dipendenti dell'ASP di Cosenza il quale viene sottoposto a gogna mediatica per dichiarazioni rese da parte di chi, disconoscendo i fatti e le norme specifiche, rivolge accuse lesive della personalità di qualsivoglia lavoratore impegnato, quotidianamente, nelle attività che portano lustro al Servizio Sanitario Nazionale.
Invitiamo, pertanto, la Direzione Strategica dell'ASP di Cosenza ad attivarsi affinchè venga restituita la giusta dignità al Dipendente pubblicamente offeso, ed altresì chiediamo all'On. Sapia se, dopo aver effettuato le opportune verifiche, ritenga doveroso porgere pubblicamente le dovute scuse allo stimato Collega Mario Fusaro.

PUBBLICATO 06/11/2018





Altre News

NEWS  |  LETTO 53  
Comune. Fondi per la digitalizzazione dell'archivio e della biblioteca
C’è anche il Comune di Acri tra i ventisei Enti ammessi al finanziamento regionale per la digitalizzazione e la riorganizzazione della biblioteca e dell’archivio.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 846  
Terremoti e sicurezza. Il comune alle prese con la vulnerabilità sismica degli edifici pubblici
Considerata la pericolosità del territorio e gli edifici pubblici datati, meglio prevenire. Sicchè anche il Comune di Acri, su indicazione del Ministero della Pubblica Istruzione, è impegnato a veri ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 772  
Scuola. Circa duecento studenti alle prese con l'iscrizione alle superiori. Ecco le proposte
E’ partita la corsa per l’iscrizione alle scuole superiori, che si concluderà a fine gennaio. Saranno circa duecento gli studenti acresi interessati, provenienti dalle scuole medie inferiori di Acri ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1097  
Cultura. Sgarbi ad Acri per il suo novecento
Sabato 9 febbraio, al palazzo Falcone, dalle 18, Acri ospita un grande personaggio di cultura e non solo; Vittorio Sgarbi. Il noto critico d’arte sarà nella cittadina silana per parlare del suo ult ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1781  
Cronaca. Incendiato un carro funebre
Nella notte tra il 3 e il 4 gennaio, ignoti hanno dato fuoco ad un carro funebre, distruggendolo insieme al garage dove si trovava. Il mezzo era della ditta di onoranze funebri Carmine Morrone ed i ...
Leggi tutto