NEWS Letto 2141  |    Stampa articolo

Invasione di cinghiali. Paura e danni

Foto © Acri In Rete
Redazione
La loro carne è prelibata, apprezzata e, da queste parti, molto consumata. Non solo.
In ambienti boschivi svolgono un'azione benefica, in quanto la loro continua opera di scavo nello strato superficiale del terreno contribuisce all'aerazione del terreno stesso, alla diminuzione della presenza di larve di insetti nocivi e all'interramento di semi, favorendo quindi lo sviluppo del manto boschivo.
Nello stesso tempo provocano diversi danni.
A cose ed a persone. Anche dalle nostre parti, da Foresta a Policaretto, i cinghiali sono molto presenti.
Negli ultimi giorni un grosso cinghiale, nell’intento di attraversare la strada, ha urtato violentemente allo sportello, lato passeggero, di una Fiat Panda distruggendolo completamente.
Molta paura per i due occupanti.
Sabato scorso, invece, un uomo ed una donna, mentre erano nei campi a raccogliere pomodori, attorno alle 18,30, sono stati letteralmente inseguiti da tre cinghiali, probabilmente la scrofa e suoi due figli, si sono messi in salvo perché entrati in una vecchia casa abbandonata.
Per non dire dei tanti danni provocati ai raccolti (i cinghiali sono onnivori) che stanno facendo andare su tutte le furie gli agricoltori (qui l’agricoltura è uno delle principali fonti di reddito).
Insomma, l’allarme è alto anche perché, di recente, sono stati avvistati anche a pochi chilometri dal centro abitato.
Distruggono i raccolti, si affacciano nei centri urbani e a volte interferiscono addirittura con la circolazione.
In passato sono state effettuate immissioni di cinghiali sul territorio nazionale, sia in modo controllato che tramite allevamenti e ciò ha influito sulla loro distribuzione massiccia.
I cinghiali (che si adattano facilmente a tutti gli ambienti), se disturbati, diventano aggressivi e molto pericolosi per l’uomo. Ci hanno segnalato diversi episodi e ne abbiamo approfittato per informarci circa anche i risarcimenti dei danni.
Ogni regione dovrebbe costituisce un fondo destinato alla prevenzione e ai risarcimenti.
Il proprietario del fondo è tenuto a denunciare tempestivamente i danni quindi un apposito comitato procede alle relative verifiche mediante sopralluogo e ispezioni.
Con questo scritto non abbiamo voluto demonizzare l’animale ma è palese che il cinghiale risulti essere un problema sotto diversi punti di vista.

PUBBLICATO 11/10/2019





Altre News

NEWS  |  LETTO 266  
Museo del Risorgimento. A che punto è?
Giusto tre anni fa, ottobre 2016, l’Amministrazione Comunale di allora, guidata da...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 423  
Agricoltura sociale. In corsa anche la Cooperativa Don Milani. Ecco come votarla
Guardare agli anziani come ad una risorsa preziosa, investirli del compito di tramandare il loro sapere e le loro abilità; questo è il progetto della Cooperativa Sociale Don Milani. Gli anziani colt ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 993  
Edilizia scolastica. Iniziati i lavori di Padia
Continua il viaggio di Acri in rete nella nuova edilizia scolastica. Nei giorni scorsi vi abbiamo dato notizia dell’approvazione del progetto, da parte del genio Civile, del nuovo istituto scolastic ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1418  
A.S.P.A. Cercasi nuova sede
La foto non ha bisogno di commenti. Riguarda la sede A.S.P.A., Acri Soccorso Pronto Aiuto, che da dieci giorni è priva di energia elettrica. La corrente è stata staccata perché l’edificio che ospit ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 671  
Sanità. Riunione dei sindaci della Provincia. Presente anche Capalbo
Dal Pollino alla Sila, dallo Ionio al Tirreno. I sindaci della Provincia di Cosenza si sono ritrovati tutti assieme per parlare di sanità. “La Conferenza, si legge in una nota, dovrà tenersi mensilm ...
Leggi tutto