POLITICA Letto 3306  |    Stampa articolo

Trasporti scolastici tra bandi avvisi e licenziamenti

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
Anche gli studenti acresi, oggi, torneranno tra i banchi e non è escluso che potrebbero trovarsi di fronte già le prime difficoltà. Che non sono certamente quelle relative alla didattica bensì al modo di raggiungere il proprio istituto scolastico.
L’amministrazione comunale, infatti, pur sapendo da sei mesi che la scuola in Calabria sarebbe riaperta il quindici settembre, si è fatta trovare, stranamente, impreparata riguardo il trasporto degli alunni. Per affidare il servizio, più volte nell’occhio del ciclone per il deficit provocato dall’ampia differenza che esiste tra costi elevati, circa 500mila euro a fronte di minimi ricavi, circa 50mila euro, il Comune indice un bando relativo che interessa la scuola primaria e di primo grado. Lo fa qualche giorno dopo Ferragosto con scadenza il 22 settembre.
Il bando prevede l’impegno della ditta vincitrice per un anno e per una somma che si aggira attorno ai 500mila euro. Le buste saranno aperte il 24 settembre, quindi dieci giorni l’inizio della scuola. Il bando è stato oggetto di critica non solo da parte delle forze di opposizione ma anche di qualche consigliere di maggioranza per lo scarso coinvolgimento e per l’assenza di una discussione che sarebbe dovuta essere più ampia e dettagliata. C’è il rischio, però, di lasciare scoperto il servizio su un territorio vasto, circa 200 chilometri quadrati, e dove insistono frazioni che distano dal centro urbano anche quindici chilometri.
Il suono della campanella si avvicina ed il Comune corre ai ripari. Lo fa il dodici settembre, tre giorni prima dell’inizio delle lezioni.
Con determina redatta dall’ufficio scolastico, l’amministrazione decide di affidare il servizio del trasporto scolastico in modo diretto alla Società Turano Viaggi con sede in San Demetrio Corone per sessanta giorni dietro un compenso di 36mila euro. Un avviso che qualche consigliere di maggioranza lo definisce improvviso e poco partecipato. Il rapporto tra il Comune e la suddetta Società potrebbe, però prolungarsi nel caso in cui all’apertura delle buste del bando, prevista per il prossimo 24 settembre,  seguiranno eventuali ricorsi. Insomma una vicenda contorta e che l’Udc dice essere caratterizzata da improvvisazione e scarsa programmazione della giunta Tenuta. Non sembra essere un periodo sereno per il trasporto scolastico.
Qualche giorno fa, infatti, i ventiquattro lavoratori della ditta Acritrasport, che ha in affido il servizio dal 2003, hanno ricevuto la lettera di licenziamento. Il Comune, causa dissesto finanziario, non è più in grado di garantire la copertura economica e la ditta è stata costretta a mandare a casa autisti e accompagnatori. La questione è aperta e nei prossimi giorni sarà oggetto di discussioni e prese di posizioni anche da parte degli stessi lavoratori.

fonte Il Garantista


PUBBLICATO 16/09/2014





Altre News

NEWS  |  LETTO 1398  
Ufficio del lavoro. Da oggi riaperto
Da oggi, mercoledì 11, riapre l’ufficio del lavoro sito all’interno della sede dell’ex comunità montana. Per il momento sarà aperto solo il mercoledì dalle 9 alle 12,30 ma dalla regione hanno preso ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1381  
Scuola. Ecco i tre nuovi indirizzi scolastici
Nuovi indirizzi scolastici e nuove opportunità. Dal 7 al 30 gennaio, genitori e studenti....
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 959  
Rifiuti. Nominato il Commissario che dovrà individuare il sito dell’ecodistretto
Acri in rete, la testata che per prima ha scritto dell’ecodistretto, continua a seguire con attenzione la questione rifiuti. Il dipartimento Ambiente della Regione ha nominato Ida Cozza, 49 anni, Co ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 482  
Ritorna la luce del Classico
Secondo appuntamento con “La luce del Classico”, la manifestazione che si tiene all’interno del liceo classico nelle ore pomeridiane ed organizzata da studenti ed alunni. L’evento “Smartphonizzazi ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 2440  
Carabinieri, presto il trasferimento in altra sede
A molti di noi mancherà. Si tratta della caserma dei carabinieri sita in via delle Filande, ovvero in un luogo centrale dove, in auto o a piedi, ci si passa con facilità e spesso. E non può essere a ...
Leggi tutto