POLITICA Letto 4725  |    Stampa articolo

Comune, arriva la Tasi

Foto © Acri In Rete
Piero Cirino
Con una nota informativa apparsa sul sito istituzionale, il Comune informa che “da quest’anno entra in vigore il tributo per i servizi indivisibili (Tasi), una delle componenti della Iuc”.
L’imposta è dovuta “da chiunque possiede o detiene a qualsiasi titolo fabbricati (compresa l’abitazione principale e le relative pertinenze) e aree fabbricabili, mentre non è dovuta sui terreni agricoli. Se l’immobile è posseduto o detenuto da più soggetti, essi sono obbligati in solido all’adempimento dell’obbligazione tributaria”.
Nel caso in cui l’unità immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto di proprietà o usufrutto, l’imposta è dovuta nella misura del 30% dall’occupante, mentre il 70% viene versato dal titolare del diritto reale (proprietario o usufruttuario).
Il regolamento di riferimento è stato approvato dal consiglio comunale nello scorso mese di luglio.
La Tasi non deve essere versata sui terreni agricoli ricadenti in aree montane o di collina, sui terreni classificati o classificabili nelle Categorie da E/1 a E/9, sui fabbricati con destinazione ad usi culturali; sui fabbricati di proprietà della Santa Sede indicati nel Trattato Lateranense e quelli destinati esclusivamente all’esercizio di culto e relative pertinenze, sui fabbricati appartenenti agli Stati Esteri ed alle organizzazioni internazionali, sui fabbricati utilizzati destinati allo svolgimento con modalità non commerciali di attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, di ricerca scientifica, didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive.
La Tasi deve essere versata in due rate: versando il 50% del dovuto in acconto entro il 16 ottobre e il saldo entro il 16 dicembre oppure in unica soluzione il 16 dicembre.
La base imponibile utilizzata per il calcola della Tasi è la stessa prevista per l’Imu, quindi il valore imponibile dei fabbricati è pari alla rendita risultante il catasto e vigente dall’01 gennaio dell’anno di imposizione rivalutata del 5%; alla rendita rivalutata viene poi applicato il moltiplicatore previsto per la categoria catastale dell’immobile. Il Comune non invierà cartelle e ognuno dovrà procedere per proprio conto al calcolo.


- NOTA INFORMATIVA PAGAMENTO TASI 2014
- DELIBERA DI CONSIGLIO N.33 DEL 25.07.2014

PUBBLICATO 23/09/2014





Altre News

NEWS  |  LETTO 142  
Gli agricoltori di piazza Marconi e la Coldiretti rassicurano i consumatori
Acri in rete è stata una delle prime testate giornalistiche on line ad occuparsi del caso attorno al quale...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 406  
Meteo gennaio. Sintesi climatica di Cosenza e dintorni
Grazie al Grazie al supporto dei colleghi (ingegneri e geologi) dell’Arpacal e di Meteo in Calabria, analizziamo una serie di dati (piogge, escursioni termiche e temperature) dello scorso mese di ge ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 746  
Operazione Arsenico, Melicchio (M5s) punta l'indice sugli amministratori bisignanesi
Nell'ottobre del 2018 il deputato pentastellato Alessandro Melicchio, aveva presentato una interrogazione al ministro per l'Ambiente Sergio Costa, in cui venivano segnalate le criticità del depurato ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 951  
Verso il referendum. Gli effetti sulla Calabria se vince il sì
Acri in rete è stata una delle prime testate giornalistiche on line a scriverne. Grazie anche all’ospitata del docente Unical ed analista politologo, Walter Nocito. Il referendum sul taglio dei parl ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 668  
Arminio 'guida turistica' del Ministro Provenzano
Manca oramai pochissimo. Tra qualche giorno il ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano inizierà un lungo viaggio nelle aree interne del Mezzogiorno. Indovinate chi lo accompagnerà? Franco Arminio, ...
Leggi tutto