POLITICA Letto 4034  |    Stampa articolo

Verso le regionali, l'Udc va in frantumi Trematerra vicino al passaggio in Forza Italia

Foto © Acri In Rete
Adriano Mollo
Lorenzo Cesa oggi cercherà di evitare l'inevitabile: lo sfascio dell'Udc con la rottura irreversibile tra il partito nazionale e quello regionale. Il coordinatore nazionale convoca tutti a Roma per cercare di condividere una linea, quella della lista unica con l'Ncd (avversata dai consiglieri regionali uscenti, tranne Talarico) e del Polo dei moderati. Una riunione in vista anche delle decisioni che dovrebbe prendere questa sera la direzione nazionale del Pd che potrebbe pronunciarsi in tema di alleanze.
Sembra che Cesa e Alfano abbiano chiesto al vicesegretario Guerini tramite Renzi un patto di lealtà, qualora Udc ed Ncd dovessero andare alle elezioni con un proprio raggruppamento il Pd si deve impegnare a non candidare gli uscenti nelle proprie liste perché, è il ragionamento dei due, «se non avete voluto l'alleanza non potete candidare i singoli consiglieri svuotandoci il partito». 
Tesi legittima, fanno sapere dal centrosinistra, che potrebbe però scontrarsi con l'ambizione dei singoli consiglieri. Ieri pomeriggio l'assessore regionale uscente Michele Trematerra ha riunito i suoi ad Acri per fare il punto e ha prospettato l'eventualità di un passaggio a Forza Italia, ipotesi confermata anche da ambienti del partito di Berlusconi. Ma nelle prossime ore altri potrebbero seguirlo come l'assessore crotonese Alfonso Dattolo, mentre restano alla finestra Gianluca Gallo e Ottavio Bruni che hanno un accordo di massima con il centrosinistra, ma la loro candidatura al momento è congelata in attesa degli eventi. 
Quindi le prossime ore saranno decisive per capire fino a che punto Cesa, in rotta con i Trematerra da mesi, riuscirà a tenere unito il partito calabrese il cui destino è legato a quello di Ncd.
Come è noto Cesa e Quagliariello hanno già deliberato il gruppo unico in parlamento, la lista unica alle regionali e si va verso la costruzione del partito unico, ma i tempi stringono e tra 5 giorni bisogna presentare le liste in Calabria e ci sono tutti gli adempimento burocratici ancora da fare

PUBBLICATO 20/10/2014





Altre News

NEWS  |  LETTO 404  
Meteo gennaio. Sintesi climatica di Cosenza e dintorni
Grazie al Grazie al supporto dei colleghi (ingegneri e geologi) dell’Arpacal e di Meteo in Calabria, analizziamo una serie di dati (piogge, escursioni termiche e temperature) dello scorso mese di ge ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 746  
Operazione Arsenico, Melicchio (M5s) punta l'indice sugli amministratori bisignanesi
Nell'ottobre del 2018 il deputato pentastellato Alessandro Melicchio, aveva presentato una interrogazione al ministro per l'Ambiente Sergio Costa, in cui venivano segnalate le criticità del depurato ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 950  
Verso il referendum. Gli effetti sulla Calabria se vince il sì
Acri in rete è stata una delle prime testate giornalistiche on line a scriverne. Grazie anche all’ospitata del docente Unical ed analista politologo, Walter Nocito. Il referendum sul taglio dei parl ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 668  
Arminio 'guida turistica' del Ministro Provenzano
Manca oramai pochissimo. Tra qualche giorno il ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano inizierà un lungo viaggio nelle aree interne del Mezzogiorno. Indovinate chi lo accompagnerà? Franco Arminio, ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 1473  
Ospedale e centro fisioterapico. Ennesimo incontro tra Comune ed Asp. Ma i problemi restano
A seguito della richiesta del Sindaco, a mezzo pec ,di un incontro urgente, questa mattina negli Uffici dell’Asp si è tenuto un incontro Istituzionale tra il Commissario Prof.ss Saitta, il Sindaco e ...
Leggi tutto