OPINIONE Letto 3307  |    Stampa articolo

... "su Sant'Angelo d'Acri"

Foto © Acri In Rete
Santina Vuono
Il 7 maggio 2018, alle ore 16,45 è avvenuta la presentazione del libro "Il Santo cappuccino Angelo d'Acri" della Professoressa Giustina Aceto, presso la Biblioteca Comunale di Reggio Calabria.
La Professoressa ha parlato del Santo non solo sapientemente ma anche con grande passione.
Dal momento che le mie origini sono acresi, ho provato molta emozione, come se il Santo mi avesse onorato della Sua presenza.
Nel corso dell'evento, mi sono accorta però, della discrepanza tra l'entusiasmo dell'autrice del libro e la platea, che sicuramente era attenta e interessata ma mancava quel "quid" che facesse dell'evento una vera partecipazione.
Ho riflettuto e la risposta che ho trovato plausibile è che Sant'Angelo è certo di Acri, ma è anche vero che Acri è Sant'Angelo, nel senso che l'alone del Santo riveste tutta la ridente città, non solo perché l'immagine è presente nelle case, ma la Sua "umanizzazione" è rimasta sebbene il cappuccino sia stato innalzato agli onori dei santi.
Il Santo lo si vive per le strade, negli incontri tra le persone, nella grande opera di sensibilizzazione svolta dai Padri Cappuccini: chi non ricorda Padre Serafino attraversare la città parlando con la gente o indirizzando (come ha fatto nei miei confronti) a letture fantastiche come i libri di Giovanni Albanese (per esempio "così disse Gesù," che grazie al Padre ho letto).
L'umanizzazione, quella di Sant'Angelo, che riconduce all'appartenenza e seppur lontano dal voler esprimere una forma di campanilismo, è da rilevare che il Santo lo devi vivere e per prima cosa lo devi viver e ad Acri.
In questa dimensione è concepibile la difficoltà di far capire la grandezza di Sant'Angelo a chi non lo conosce ed è quindi solo con la trasmissione da parte delle persone che lo hanno "vissuto"sarà possibile percepirne l'essenza.
Non a caso Sant'Angelo è conosciuto nel mondo grazie a quest'opera continua di trasmissione, anche da parte di persone che, emigrate all'estero, testimoniano la Sua "Umana Santità
"

PUBBLICATO 31/05/2018





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 1723  
I 100 anni di Angelo Morrone
Nato ad Acri, in contrada Pertina il 21 maggio 1920, alla giovane età di 19 anni fu chiamato a visita di leva il 18/03/1939. Ha partecipato dal 11 giugno 1940 al 20 gennaio 1941 alle operazioni di gu ...
Leggi tutto

FOCUS  |  LETTO 579  
Focus. Un testo sulle dipendenze tra i giovani
Abbiamo parlato con Angelo Sposato, curatore del testo, "Teencontro", un libro che raccoglie l'esperienza di un progetto sulle dipendenze (alcol, droghe, giochi di azzardo, internet) che ha visto coin ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 1702  
Rinvenute nel cosentino lettere del 1940. Testimoniano l'amore tra un soldato e una giovane della Sila
Un’importante testimonianza è quella emersa dalla soffitta di una famiglia del Cosentino. Si tratta di alcune lettere datate 1940 che attestano l’amore tra un soldato rossanese e una ragazza di Longob ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 755  
Covid19, le casse dei comuni languono
Il Covid-19 si abbatte sui Comuni per 1,6 miliardi. È l’ammontare dei minori tributi incassati negli ultimi due mesi dell’anno in corso rispetto allo stesso periodo del 2019, pari ad una contrazione d ...
Leggi tutto

LETTERA APERTA  |  LETTO 961  
Orgogliosi dei nostri Eroi Infermieri
Caro Presidente Conte, la lettera che le sto scrivendo non ha nessuna finalità se non quella di fare chiarezza sui tanti interrogativi che interessano il pubblico impiego... credo sia arrivata l’ora ...
Leggi tutto