RELIGIONE Letto 349  |    Stampa articolo

Estate: trionfo della natura

Foto © Acri In Rete
Padre Leonardo Petrone
condividi su Facebook
C’è chi chiama la natura “Mistero” perché ci invia in continuazione tutte le sensazioni di cui abbiamo bisogno: la luce, il vento, i sapori, i colori, i profumi.
La nostra pelle accoglie e gode questi stimoli, anzi li amplifica e li partecipa.
Siamo in piena Estate e le promesse di Primavera si godono già, le belle sensazioni raggiungono esponente massimo.
A noi avvertirle e goderle.
L’etimologia della parola “Mistero” significa “chiudi la bocca, non hai nulla da dire, taci, ascolta, comprendi”.
La natura è un visibilissimo filmato che Dio ha realizzato e ha mandato Gesù a portarcelo.
L’immane disastro della pandemia ha riempito il nostro cuore di ansia, aggiungiamoci allegria avremo “Tre”: Dio – noi – natura = vita meravigliosa: è possibile e … l’attesa scoppia di desideri.
Nel cuore nascono sogni, desideri, emozioni.
Al cuore si ferma lo sguardo di Dio, nel cuore cerca casa, qui ama fermarsi, e tu qui Lo devi cercare: ha volto, voce e cuore che Ti ama.
Già bussa alla porta del tuo cuore: accendi il tuo desiderio e corri ad aprire.
Di Natura tutti abbiamo idea: “è il complesso degli esseri che si muovono e di tutte le cose che ci circondano, alcune nascono e crescono, altre restano ferme.
Elenco quasi completo ce lo fornisce il Profeta Daniele al 3,57…. Sono immerso nella Natura, e quando la mattina apro la finestra guardo verso l’alto, verso il cielo.
Il primo sorriso mi arriva dall’Aurora, il secondo dall’Alba.
Il Signore è veramente grande, mi mostra le sue opere.
Mi fermo ad osservare il Sole che tinge di rosa l’orizzonte, il suo splendore illumina il giorno che inizia.
Ammiro il movimento delle nuvole che segnalano come sarà la giornata, la mia mente spazia nell’infinito, tutta la mia vita spazia in questo Infinito.
A sera volgo ancora lo sguardo verso il cielo, vorrei contare le stelle, ma non ho i numeri sufficienti.
Fermata obbligatoria : sulla misteriosa Luna poi… mi affido al silenzio.
Elenco di Daniele: “Opere tutte del Signore: Angeli, cieli, acque, sole, luna, stelle, pioggia e fuoco, gelo e freddo, notti e giorni, luce e tenebre, la terra, monti e colline, sorgenti e mari, uccelli, animali selvaggi e domestici, uomini e donne, giovani e vecchi… benediteLo e lodateLo nei secoli”.
Manca il tuo “grazie e la tua lode”.

PUBBLICATO 17/09/2020 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 71  
Appello alla città
Il tempo che stiamo vivendo è forse tra i più drammatici di sempre per le ragioni.... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 152  
Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: Una giornata per dire 'basta'
“L'amore non è un colpo di pistola, l'amore non è un pugno sulla schiena, non è uno schiaffo per cena. L'amore ti sfiora” ... Tutto il resto prende il nome di Violenza e di Femminicidio, che nel tempo ...
Leggi tutto

LETTURE  |  LETTO 90  
I poteri dell’ Eros nella filosofia. Terza ed ultima parte
Platone si concentra sul concetto di Eros come composto da due importanti componenti:.... ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 540  
Provincia, si dimette Di Natale entra Sposato
Il consigliere comunale in quota Liber@mente, Fausto Sposato, subentra nel consiglio provinciale al dimissionario Graziano Di Natale.... ...
Leggi tutto

RELIGIONE  |  LETTO 153  
Il sogno di Teilhard de Chardin
Il grande Gesuita: scienziato, sacerdote, cappellano militare, teologo, filosofo sempre sulla strada, uomo di grande fede, anche se chiamato “Gesuita ribelle”, Teilhard De Chardin, nutriva un sogno ne ...
Leggi tutto