OPINIONE Letto 1077  |    Stampa articolo

Dio non dialoga con il male

Foto © Acri In Rete
Franco Bifano
condividi su Facebook


Intervistando Papa Francesco, Fabio Fazio ha scritto una bella e, probabilmente, anche storica pagina della televisione.
Ora, che Francesco sia un Papa fuori dai canoni tradizionali rispetto ai suoi predecessori lo conferma lui stesso: “quelli erano Santi  io non me la cavo, non sono tanto santo, io ho bisogno di rapporti umani, per questo abito in questo albergo di Santa Marta “. Tuttavia, non siamo solo in presenza di un Papa che non segue gli schemi tradizionali ma che ha un coraggio fuori dal comune, al punto da affermare: “La mondanità spirituale è il male più grande della Chiesa….fa crescere una cosa brutta, il clericalismo che è una perversione della Chiesa”.  Certo, Gesù vedendo il Tempio ridotto ad un mercato è stato certamente più “impetuoso”, ma di sicuro non si può dire che a Francesco sia   mancata la chiarezza!
Questo Papa è un uomo straordinario, superiore anni luce ai “grandi della terra": “La Guerra è un controsenso alla Creazione… con un anno senza produrre armi si potrebbe dare da mangiare ed educare tutto il Mondo. Al primo posto tra le categorie universali in questo momento ci sono le guerre. La gente viene al secondo posto.   Vediamo come si mobilitano le economie e cosa è più importante oggi: la guerra.”
Concetti forti, che forse faranno storcere il naso a molti, ma che hanno il pregio di essere chiari e raccontare la realtà, per quanto triste.
Papa Francesco in un momento di una sincerità quasi disarmante ammette persino: “Non so perché soffrono i bambini. Io non trovo spiegazione a questo. Io ho fede cerco di amare Dio che è mio padre, ma mi domando perché soffrono. Non c’è risposta”. Che un Papa affermi questo non è affatto scontato.
In questa sorta di incontro con il Santo Padre una sola cosa che mi ha lasciato perplesso: il concetto di perdono. “Tutti abbiamo diritto ad essere perdonati se chiediamo perdono”.
Certo, non  posso che essere d’accordo sul principio. Tuttavia, mi chiedo, se questo possa valere, ad esempio, per chi è responsabile dello stermino di milioni di persone, bambini compresi. O per chi, impunemente, condiziona la vita di interi popoli assoggettandola allo stato di schiavitù.
La risposta, comunque, credo di averla trovata in un’altra affermazione illuminante di questo Papa formidabile: “Dio non dialoga con il male”. Ecco, questo sì che rincuora molto.      

PUBBLICATO 07/02/2022 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 429  
Angela Cirino responsabile locale di Italia del Meridione
Anche ad Acri in rete lo aveva annunciato nei primi giorni del 2023..... ...
Leggi tutto

CRONACA  |  LETTO 1566  
Querela di Sgarbi ad un imprenditore di Acri. Improcedibilità penale
La vicenda, di cui si occupò anche Acri in rete, risale al 2019. Vittorio Sgarbi.... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 145  
La Casa di Abou Diabo. “Per prendere un lupo ci vuole un lupo”.
La Casa di Abou Diabo di Acri, Comunità Alloggio per Minori Stranieri Non Accompagnati e Richiedenti Asilo, dal 2019 sta portando avanti un progetto narrativo, diretta espressione dei beneficiari ospi ...
Leggi tutto

SCUOLA  |  LETTO 493  
Alternanza scuola/lavoro. Convenzione tra Itcgt e Hello Music
La Dirigente Scolastica, Elena Gabrielli e Francesco Spezzano, presidente della Hello Music Academy, hanno firmato la convenzione attraverso la quale gli studenti saranno impegnati nei percorsi altern ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 790  
Il sindaco Capalbo non ci imbavaglierà
Il consigliere comunale Angelo Giovanni Cofone, da quando è stato eletto nell’assise cittadina alle ultime elezioni amministrative come rappresentante della coalizione politica “Alternativa per Acri” ...
Leggi tutto