COMUNICATO STAMPA Letto 712  |    Stampa articolo

Odio e rancori personali non detteranno la linea politica di Forza Italia

Foto © Acri In Rete
Forza Italia Acri
condividi su Facebook


Sbigottiti e attoniti leggiamo l'articolo nel quale Acri in rete attacca il nostro gruppo, arrivando a parlare non solo di mancanza di coraggio e di competenze ma anche di "inciuci e ambiguità": denigrazione gratuita.
Che sia chiaro, sulla correttezza e sull'onorabilità delle persone che compongono il gruppo del neonato partito di Forza Italia-Acri non siamo disposti a ricevere lezioni da nessuno, men che meno da chi usa metodi del genere per rincorrere qualche click.
Durante l’ultima campagna elettorale siamo stati gli avversari più tenaci e irriducibili dell’attuale Sindaco di cui non abbiamo condiviso l’azione politica ed i metodi usati.
Pertanto, continueremo in questa azione, perché i nostri rappresentanti in seno al consiglio comunale non sono mai stati in vendita e mai lo saranno, ribadendo un’azione di controllo amministrativo nei confronti di avversari politici e non nemici da abbattere. Riteniamo che la POLITICA SIA UNA COSA SERIA, da fare ponendo al centro l'interesse della collettività nelle sedi opportune e cercando di ottenere risultati concreti, come quelli già ottenuti (ad oggi certamente pochi), ma il nostro partito è nato solo da 3 settimane sul territorio Acrese. Tali risultati sono riportati nel nostro comunicato che invitiamo nuovamente a leggere, frutto di incontri e lavoro quotidiani.
Convinti che la politica sia un impegno serio e per tale motivo le “ossessioni” personali non possono far parte di una discussione che abbia al centro l'interesse della nostra comunità. Siamo stanchi e stufi di difenderci da accuse nemmeno tanto "velate" mosse da chi si erge a paladino di chi o che cosa non si sa, a che titolo ed in che modo non si sa, ma pronto SEMPRE E SOLO a sparare sulle persone. Non c'è nessuna serietà in tutto questo. Noi non siamo mossi da rancori od odio verso nessuno, sono sentimenti che non ci appartengono.
Questo modo di fare non ci compete e non ci riguarda, e non solo nella nostra attività politica, MA ANCHE NELLA VITA. Continueremo nella nostra azione con al centro gli interessi comuni con buona pace della citata testata giornalistica locale che, di certo, non detterà la nostra linea politica.
Saremo opposizione forte, ferma e dura quando serve, ma sempre propositiva.
Da questo triste gioco, da oggi, Forza Italia Acri si chiama fuori. La politica è una cosa seria.

Fin qui la nota di Turano, Intrieri e Zanfini che, probabilmente, causa il grande freddo hanno preso una cantonata.
La nota serve a fare chiarezza sulla loro posizione attuale e futura ma Acri in rete, che come al solito ha raccontato i fatti, NON ha scritto che i consiglieri di Fi sono in vendita nè ha indossato i vestiti di PALADINO.
Non ne abbiamo i titoli però facciamo campare di rendita altri media.
Abbiamo, però, il diritto/dovere di raccontare gli eventi.
Ad esempio, abbiamo il diritto/dovere di scrivere che, a nostro avviso, l’opposizione di Fi nell’ultima seduta del consiglio comunale è stata morbida e poco incisiva. Abbiamo il diritto/dovere di scrivere che Fi non ha spiegato le motivazioni dell’astensione (per la quale anche noi siamo rimasti basiti) sulla discussione (a cui poi però ha partecipato) riguardo la vicenda giudiziaria in cui è coinvolto il sindaco Capalbo.
Riguardo il vostro impegno per il territorio non ci sembra questa una cosa straordinaria bensì ORDINARIA.
Siete stati eletti/scelti dal popolo per fare il bene della collettività.

PUBBLICATO 20/01/2023 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1171  
Ospedale di Acri, Straface: «Tac nuovamente in funzione. A breve anche la risonanza magnetica»
L’annuncio del consigliere regionale e presidente della Commissione Sanità: «Il Beato Angelo merita grande attenzione, eroga servizi sanitari su un vasto territorio» ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 2089  
Con la Carta del docente hanno comprato elettrodomestici
La guardia di finanza ha eseguito un decreto di sequestro preventivo nei confronti di un.... ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 411  
Si ritorna a votare per le Province?
A grandi e spediti passi verso il ritorno al voto popolare per le Province, ovviamente comprendendo anche un riordino e un recupero totale delle funzioni. Ne da notizia il Fatto di Calabria. ...
Leggi tutto

CREDENZE  |  LETTO 201  
Maschere apotropaiche di Calabria
Fin dai tempi più antichi,l'uomo ha creduto agli influssi negativi del malocchio e, per questo motivo, in diverse culture, da quella greca a quella romana e persino in quella contadina meridionale s ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 183  
Il Touring Club Cosenza attratto dal Maca
Nella mattinata di Domenica 22 c.m. un gruppo di soci del Touring Club di Cosenza ha visitato il Museo MACA di Acri (Cs). ...
Leggi tutto