POLITICA Letto 1707  |    Stampa articolo

Consiglio comunale su variazione di bilancio. In cassa oltre due milioni

Foto © Acri In Rete
Redazione
condividi su Facebook


Questa mattina si è tenuta la seduta del consiglio comunale, convocata dal presidente Simone Bruno, con un solo punto all’ordine del giorno: variazione al bilancio di previsione per entrate di oltre due milioni di euro.
Si tratta di fondi nazionali (Pnrr) che serviranno a effettuare importanti interventi: completamento piazza S. Angelo, oltre un milione, realizzazione area padel a San Giacomo, realizzazione anfiteatro a Serricella, riqualificazione area verde Pertina e Serralonga, ristrutturazione ente Vaglica.
L’occasione è servita a molti consiglieri (a proposito dopo un anno dall’insediamento alcuni non hanno ancora aperto bocca), per parlare delle cose fatte, dei ritardi, di questioni irrisolte e dei tributi.
Su quest’ultimo aspetto, peraltro sollevato proprio oggi da Acri in rete e ripreso in assise dal consigliere Feraudo, il sindaco Capalbo ha precisato che gli aumenti, anche di circa 100 euro, sono dovuti a scelte nazionali e regionali e che con l’istituzione dell’Arrical le bollette tari e del servizio idrico saranno gestite e incassate non più dal comune ma da questo nuovo soggetto.
A proposito di numeri Feraudo e Cofone hanno interrogato, ancora una volta, il sindaco e l’assessore al bilancio circa il credito che il comune vanta, quasi 20mila euro, dall’Asd Città di Acri 2020, società di calcio, ovvero dal presidente Mario Stumpo per consumo di energia elettrica giusta convenzione di maggio 2022.
Dopo oltre un anno e dopo un mese dalla fine del campionato, che ha visto la retrocessione della squadra dall’eccellenza alla promozione, la Società Asd Città di Acri 2020 non ha ancora saldato il debito.
Non vorremmo che la forte amicizia che intercorre tra Stumpo, l’assessore al bilancio Bonacci e quello allo sport Maiorano faccia andare il tutto nel dimenticatoio e che i 20mila euro graveranno sui cittadini, anche su quelli che del calcio non se ne fregano nulla.
Infine; che senso ha dare soldi ad una radio privata per diffondere i lavori del consiglio comunale (che non interessano a nessuno) visto che il comune spende circa 15mila euro all’anno per trasmetterli sul proprio canale youtube, mezzo accessibile a tutti, con audio e video eccellenti.

PUBBLICATO 30/06/2023 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

FOCUS  |  LETTO 201  
Verso le Europee. Vendola (Avs); "sono ritornato per combattere le guerre e il premiarato"
Al caffè letterario si è tenuta un’iniziativa di Avs, Alleanza Verdi Sinistra a cui hanno partecipato il segretario locale di Sel, Luigino Vuono, il segretario regionale di Sel, Fernando Pignataro, la ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 347  
Centro storico: ora basta!
Come Comitato Beni Comuni ci chiediamo se Acri abbia deciso che cosa voglia essere e dove voglia andare. I programmi elettorali sono il patto tra chi si candida per governare  e chi viene governato. ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 501  
Questione ospedale, dietrofront dell’Amministrazione?
L’esito dell’ultima seduta della commissione sanità allargata non è stato positivo. Si è avuta la percezione di un sostanziale dietrofront da parte della maggioranza rispetto ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 621  
Il presidente di Sinistra Italiana Nichi Vendola ad Acri
Nichi Vendola, presidente di Sinistra Italiana è stato in Calabria due giorni per parlare di Mezzogiorno, di diritti e di Europa. Guerre tra popoli a noi vicini, ma anche guerre verso ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 306  
Primo Festival nazionale del dialogo filosofico, fra i partecipanti due Istituti calabresi
Portare il dialogo filosofico all’attenzione di tutto il territorio nazionale, partendo dalla scuola dell’infanzia fino agli istituti superiori, è la sfida lanciata da due istituti ...
Leggi tutto