COMUNICATO STAMPA Letto 1488  |    Stampa articolo

Nessuna strumentalizzazione per l’ospedale. Cari cittadini, ma siamo sicuri che questo sindaco stia facendo gli interessi di Acri?

Foto © Acri In Rete
Forza Italia Acri
condividi su Facebook


FORZA ITALIA non prenderà parte alla manifestazione di domani 4 Aprile contro le azioni del governo regionale in merito all’ospedale di Acri. In primis, crediamo che il compito della Politica sia quello di cercare soluzioni e di fare proposte, attraverso un dialogo con gli ENTI che deve essere sempre costruttivo, mai polemico e disfattista; crediamo poi, che su temi così importanti non debba esserci STRUMENTALIZZAZIONE POLITICA, perché chi ha la sfortuna di frequentare un ospedale non ha bisogno certamente di proteste, ma di risposte. Chi oggi indice questa manifestazione è lo stesso Sindaco che insieme a qualche consigliere comunale paragonava l’ospedale di Acri al Gemelli di Roma solo qualche anno fa, mentre sempre lo stesso Sindaco alla presenza degli “amici” On. Pacenza e Dott. Mauro avallava in un consiglio comunale straordinario l’atto aziendale DCA n.117/2017, che di fatto ha continuato l’opera di smantellamento dell’Ospedale di Acri avviata solo qualche anno prima. La domanda è semplice: perché il sindaco, lo stesso di oggi, non ebbe nessuna intenzione di fare manifestazioni quando guarda caso il presidente della Regione era di centrosinistra? Provano a vendere la manifestazione come APOLITICA ed APARTITICA, ma poi troviamo al mercato di Acri esponenti di questa maggioranza (Ass. Mario Bonacci), a distribuire volantini firmati “ARTICOLO1”: in una specie di autoproclamazione a candidato sindaco delle prossime elezioni, con buona pace di tutti gli altri aspiranti. Una manifestazione indetta solo e soltanto per scagliare la gente "contro", senza nessuna proposta reale da portare sul tavolo. Ad oggi l’interesse del Sindaco non è trovare soluzioni per l’ospedale ma cavalcare una protesta creata ad hoc solo per proiettarsi verso il suo vero grande obiettivo, ovvero le elezioni regionali. Forza Italia, durante l’ultimo consiglio comunale, ha proposto di coinvolgere le istituzioni nella persona del Presidente Occhiuto in un consiglio comunale ad hoc, proposta rifiutata in modo compatto dalla maggioranza: nessun dialogo da cercare con gli enti sovracomunali. Tutto il contrario di quello che la Politica vera dovrebbe fare, nell’interesse della città. E’ inaccettabile poi l’atteggiamento reiterato da parte del sindaco, che ancora una volta aizza lapopolazione studentesca alla protesta; riaffermiamo, nessuno dovrebbe istigare gli alunni a scioperare, ma consigliare loro solo di studiare, come fa ogni buon genitore con i propri figli, poiché solo lo studio rende liberi, consapevoli, e critici evitando di creare “Yes Man”, ovvero uomini e donne che vanno sempre d’accordo con il potere e senza spirito di contraddizione. I giovani di Acri meritano rispetto, meritano soprattutto di poter studiare e frequentare senza che nessun Sindaco irrompa nella loro formazione, cosa avvenuta ad oggi per 2 volte in un anno. A questa amministrazione, che è la peggiore di sempre, è bene precisare che il Presidente Occhiuto guida la Regione da solo due anni, avendo raccolto le macerie lasciate dagli “amici” di Capalbo, che hanno praticamente demolito l’intero sistema sanitario regionale. Il presidente Occhiuto ha avuto l’autorevolezza politica di farsinominare Commissario iniziando l’opera, faticosissima, di ricostruzione. E siccome la Politica la intendiamo diversamente, nella giornata odierna i tre consiglieri di Forza Italia Intrieri, Turano e Zanfini hanno incontrato nella Cittadella Regionale il Presidente Occhiuto e l’Assessore Regionale Gallo, portando sul tavolo della discussione delle proposte. In quest’ottica, il Presidente Occhiuto alla presenza del nuovo Commissario di Azienda Zero Dott. Gandolfo Miserentino e del secondo sub Commissario Dott. Ernesto Esposito ha ribadito gli impegni già presi nel precedente incontro:avviare i lavori del nuovo Pronto Soccorso, dotare lo stesso di almeno 2 postazioni OBI (Osservazione Breve Intensiva), ed avviare i lavori per l’installazione del Mammografo. Inoltre, sono stati acquistati per il Beato Angelo n. 3 ecografi di ultima generazione, i sistemi per holter pressori e cardiaci e un elettrocardiografo;è prevista, poi, la specialità di Oncologia con presa in carico dei pazienti, sono state Incrementate le specialistiche ambulatoriali e le prestazioni del laboratorio analisi per interni ed esterni, e da qualche giorno è arrivato un secondo medico cubano. Infine, ricordiamo a chi volutamente lo dimentica che il presidente Occhiuto ha portato la facoltà di medicina a Cosenza e che l’Ospedale di Acri sarà sede di formazione universitaria per infermieri. Questi sono i temi di cui la politica vera discute, senza proteste strumentali e magari in un consiglio comunale aperto a tutti, magari in seduta pomeridiana facendo partecipare anche gli studenti. Cari cittadini, ma siamo sicuri che questo sindaco stia facendo gli interessi di Acri?

PUBBLICATO 04/04/2024 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 308  
Questione ospedale, dietrofront dell’Amministrazione?
L’esito dell’ultima seduta della commissione sanità allargata non è stato positivo. Si è avuta la percezione di... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 511  
Il presidente di Sinistra Italiana Nichi Vendola ad Acri
Nichi Vendola, presidente di Sinistra Italiana è stato in Calabria due giorni per parlare... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 285  
Primo Festival nazionale del dialogo filosofico, fra i partecipanti due Istituti calabresi
Portare il dialogo filosofico all’attenzione di tutto il territorio nazionale, partendo dalla scuola dell’infanzia.... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 739  
Il Lions Club Acri mette in scena la seconda edizione del Processo Simulato
Il Lions Club Acri sotto la guida del Presidente Avv. Raffaela Bruno, ha voluto, nella “Settimana della Legalità Lions” mettere in scena la II^ edizione "UN PROCESSO SIMULATO ...
Leggi tutto

LETTERE ALLA REDAZIONE  |  LETTO 1207  
La “buona sanità” della chirurgia Falcone
Da una nostra lettrice, riceviamo e pubblichiamo. Sono ormai ben noti lo spessore professionale e le doti umane di Bruno Nardo, professore universitario, luminare della chirurgia ma ...
Leggi tutto