POLITICA Letto 3851  |    Stampa articolo

Convocato per giorno 12 il consiglio comunale: opposizioni sul piede di guerra e Fabbricatore nuovamente verso le dimissioni

Foto © Acri In Rete
Redazione
condividi su Facebook
Già dall’atto della sua convocazione il prossimo consiglio comunale, calendarizzato per giorno 12 Ottobre,  aveva creato notevoli malumori e rimostranze  da parte delle opposizioni e provenienti, in particolare, dal gruppo composto dai consiglieri Viteritti e Cavallotti, il movimento Acri Democratica. Gli strali dei due ex consiglieri di maggioranza, fatti trapelare nelle scorse ore alla stampa,  risultano indirizzati principalmente contro il modus operandi con il quale l’assise cittadina è stata convocata dato che, prevedendo un unico punto all’ordine del giorno (capitolato speciale servizio riscossione) non avrebbe,  per l’ennesima volta, tenuto conto delle reali esigenze della città.
A partire proprio dal fenomeno imperante del randagismo, a riguardo del quale, gli stessi Viteritti e Cavallotti, anche alla luce delle diverse iniziative da parte dei cittadini sul tema come la petizione di circa 200 firme presentata il 30 Settembre, avevano richiesto in commissione l’inserimento di uno specifico ordine del giorno nel civico consesso.
Come se non bastassero le molte criticità politiche sollevate dalle minoranze  alle quali per ora il Sindaco e i suoi sembrano voler soprassedere, nelle ultime ore hanno iniziato a circolare rumors, sembrerebbe non del tutto infondati, sul fatto che l’appena riconfermato presidente del consiglio Cosimo Fabbricatore starebbe nuovamente per presentare le dimissioni per fare posto, sullo scranno di garanzia dell’assise cittadina, al consigliere Roselli.
Se confermato, tale scenario, riporterebbe Fabbricatore ad occupare il suo scranno consiliare dal quale vedremo se accorderà nuovamente la fiducia a questa Amministrazione, oggi più che mai, chiamata a navigare acque tempestose e che non sembra ormai più capace, se mai lo fosse stata, in grado di garantire ad una città alle prese con molte emergenze, quella efficacia amministrativa che meriterebbe.

PUBBLICATO 11/10/2016 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

NEWS   |  LETTO 568  
I luoghi del cuore del Fai. C’è anche il Rione Picitti
La campagna nazionale per i luoghi italiani da non dimenticare, promossa dal Fondo Ambiente Italiano, permette di votare anche l’antico quartiere acrese. ...
Leggi tutto

CURIOSITA'  |  LETTO 1062  
Curiosità. In Sila il Caciocavallo che piaceva a Garibaldi
Chi ci segue con attenzione, può constatare che ci piace scrivere anche delle tante cose belle ed interessanti... ...
Leggi tutto

POESIA  |  LETTO 443  
Sull'amore
Camminando in un bosco vidi un albero e fui richiamata dalla sua energia, mi avvicinai e gli dissi: "Mio dolce amico... ...
Leggi tutto

ENTROTERRA  |  LETTO 397  
Entroterra è il nostro dèmone
Sono nata e sono vissuta fino alla maggiore età a Catania, una città bella, moderna, grande e urbanizzata (così la consideravo prima di visitare decine di altre città europee) sul mare di una grande r ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 1405  
Una nuova scuola nel centro storico di Acri
Proprio a ridosso della torre normanna (XII secolo) nel rione Padia di Acri, si sta procedendo a ricostruire la scuola d’infanzia e primaria, in attuazione del progetto finanziato con Decreto D.G. n. ...
Leggi tutto