News Letto 1966  |    Stampa articolo

Cozzolino: “sulle candidature Minniti usa vecchie logiche.”

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Il presidente del consiglio comunale, Giacomo Cozzolino, ha una sua idea sul perché il locale Pd stenta a decollare e mette sul banco degli imputati il segretario regionale Minniti.
"Fermo restando che quello di Veltroni è un progetto politico valido, dice, che va, comunque, costruito e guidato, il Pd non nasce perché non abbiamo interlocutori attendibili."
Quindi l'affondo; "ritengo che Minniti sia la persona meno adatta a guidare questo nuovo percorso. Egli ha commesso errori sin dal primo momento ed ha convocato il partito solo in due occasioni; per farsi eleggere segretario e per comunicarci il nome del presidente.
Da allora Minniti non ha sentito l'esigenza di ascoltare le istanze dei territori e di chi ha sempre contribuito alle vittorie del centro sinistra. Credo che questo faccia parte di una strategica volontà che vuole un partito oligarchico e virtuale dove non deve esistere il confronto perché i manovratori possano, così, continuare a fare quanto di più fallimentare hanno fatto finora soprattutto in merito alle candidature.
Il segretario regionale sulle scelte si è volutamente defilato, preferendo i salotti romani ed evitando gli incontri con realtà e territori che manifestano necessità di confronto. Bisognerebbe capire cosa è realmente successo tra il 3 ed il 10 di settembre a Crotone e soprattutto sapere su quale terreno Minniti ha trovato l'accordo e le convergenze per la sua unitaria candidatura. Avendo Veltroni bocciato alcuni esponenti, le cosiddette statue di sale, il paradosso è che rischiamo di trovarci in lista gli uomini di…..
In pratica non cambia niente, solo delle brutte copie e soggetti sconosciuti che non hanno nessun radicamento sui territori né tantomeno un'immagine spendibile per una rinnovata carriera politica. Se la logica resta questa
, dice Cozzolino, è chiaro che il Pd nasce tra mille difficoltà perché la gente non intravede un progetto credibile basato su quella auspicata discontinuità annunciata dal leader nazionale. Minniti è e resta un uomo di apparato che, insieme ad altri pochi dirigenti, vuole imporre percorso e persone dimenticando che egli stesso è il maggiore responsabile della fallimentare politica regionale.
Mi auguro
, conclude Cozzolino, che Veltroni, prima che sia troppo tardi, si renda conto di quanto di negativo sta accadendo in Calabria e metta in condizione l'elettore, l'iscritto ed il simpatizzante di andare a votare a testa alta e senza tapparsi il naso."

PUBBLICATO 04/03/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Opinione  |  LETTO 3568  
Buon Anno.
La redazione di Acrinrete.info augura un buon fine anno e un ancor miglior inizio a tutta la comunità acrese e tutti i suoi affezionati lettori.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 4308  
Cyber sindaco...
Il nostro cyber sindaco martedì 30 alle 20 terrà la sua prima apparizione su tele Acri con una intervista curata dal bravo collega Roberto Saporito, per un probabile augurio alla cittadinanza acrese ...
Leggi tutto

Foto News  |  LETTO 4021  
Festa degli alberi, un natale fatto a mano.
Giovedì 18 dicembre Piazza Annunziata è stata invasa da un centinaio di bambini delle scuole elementari che hanno accolto l'invito della CNA sede territoriale di Acri, partecipando alla I edizione d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3357  
I lions chiedono un osservatorio permanente sui diritii.
“Il sessantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani: proposta di un osservatorio in Acri”, questo il titolo di un convegno organizzato dal Lions Club e patrocinato dalla presidenza d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3905  
Ad Acri il primo premio "T. Terracina".
Nei giorni scorsi, si è svolta presso la sala M. Quintieri, del teatro Rendano di Cosenza, la premiazione del IV concorso Nazionale di poesia e pittura "F. Terracinà", indetto dal Centro culturale " ...
Leggi tutto