News Letto 1821  |    Stampa articolo

La cultura crea sviluppo.

Piero Cirino
Foto © Acri In Rete
E' ancora viva l'eco per il successo ottenuto dalla manifestazione di presentazione del libro “Vincenzo Talarico, un calabrese a Roma”, di Antonio Panzarella e Santino Salerno, tenutasi la scorsa settimana a Roma. Simili iniziative, soprattutto se coronate da successo, possono da sole garantire a una comunità una crescita che generalmente si persegue solo attraverso obiettivi dotati di una immediata concretezza, quali infrastrutture o promozione turistica.
Quanto accaduto nel Campidoglio mercoledì scorso è uno straordinario spot per l'intera regione, soprattutto se lo si colloca in una fase storica in cui la Calabria vive momenti estremamente delicati. E se questa manifestazione ha dimostrato come la cultura possa essere un formidabile strumento di crescita e di affermazione oltre i confini geografici, il merito maggiore va certamente ascritto alla fondazione “Vincenzo Padula”.
L'ente guidato da Giuseppe Cristofaro opera ormai da dieci anni, e lo fa con una attività che sta lì a testimoniare la possibilità che anche in Calabria, al di là dei condizionamenti ambientali e culturali, si può riuscire. Così come molti altri enti e associazioni, la fondazione “Vincenzo Padula” è costretta a fare i conti quotidianamente con un bilancio che non permette certo di sognare, ma questo non le ha comunque impedito di realizzare progetti di grande interesse. Oltre alle numerose pubblicazioni e a essere megafono del messaggio e dell'opera di Vincenzo Padula, Giuseppe Cristofaro e i suoi collaboratori hanno dato vita fin qui a tre edizioni del premio nazionale dedicato alla figura dell'illustre acrese. Attraverso questo premio biennale, per ben tre volte i riflettori si sono accesi sul centro presilano, anche grazie alla partecipazione di personaggi di spessore nella cultura nazionale. T
ra questi, Gabriele Salvatores, Gianni Amelio e Mario Monicelli per il cinema, Stefano Rodotà, Giovanni Russo e Walter Pedullà per gli intellettuali, e Giovanni Floris per il giornalismo. E altri si potrebbero aggiungere a un elenco che, in questa sede, deve essere sintetico per forza di cose. Va poi considerata la vetrina che permette a molti autori non proprio conosciutissimi di avere un'occasione. Così come non bisogna dimenticare “Chi legge è, chi non legge non è”, che ha garantito nel corso degli anni una continuità nella promozione culturale di grande rilievo.
Quella di mercoledì scorso poi è stata la classica ciliegina su una torta sempre più ricca. L'evento ha ottenuto un seguito che probabilmente va oltre le più rosee previsioni, alimentando ancora di più la voglia di fare all’interno della comunità. Almeno per un giorno, la cultura è riuscita ad avere i titoli dei giornali e a mettere in ombra politica e cronaca. E questo, nella Calabria di oggi, è decisamente un evento.




Fonte: "Il Quotidiano della Calabria" del 06-03-2008.

PUBBLICATO 07/03/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Opinione  |  LETTO 3563  
Buon Anno.
La redazione di Acrinrete.info augura un buon fine anno e un ancor miglior inizio a tutta la comunità acrese e tutti i suoi affezionati lettori.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 4305  
Cyber sindaco...
Il nostro cyber sindaco martedì 30 alle 20 terrà la sua prima apparizione su tele Acri con una intervista curata dal bravo collega Roberto Saporito, per un probabile augurio alla cittadinanza acrese ...
Leggi tutto

Foto News  |  LETTO 4017  
Festa degli alberi, un natale fatto a mano.
Giovedì 18 dicembre Piazza Annunziata è stata invasa da un centinaio di bambini delle scuole elementari che hanno accolto l'invito della CNA sede territoriale di Acri, partecipando alla I edizione d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3351  
I lions chiedono un osservatorio permanente sui diritii.
“Il sessantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani: proposta di un osservatorio in Acri”, questo il titolo di un convegno organizzato dal Lions Club e patrocinato dalla presidenza d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3900  
Ad Acri il primo premio "T. Terracina".
Nei giorni scorsi, si è svolta presso la sala M. Quintieri, del teatro Rendano di Cosenza, la premiazione del IV concorso Nazionale di poesia e pittura "F. Terracinà", indetto dal Centro culturale " ...
Leggi tutto