News Letto 1517  |    Stampa articolo

Opere pubbliche a rilento perchè senza la giusta copertura finanziaria.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Per il sindaco Elio Coschignano i conti del comune sono in ordine. Al limite si può parlare di mancanza di cassa che è cosa diversa da conti in rosso.
Il primo cittadino lo tiene a precisare quando si parla di alcune opere pubbliche incomplete le quali, dice, “sono state programmate senza la giusta copertura finanziaria” e con molta onestà intellettuale afferma che “rischiano a questo punto di non essere finite sotto la mia gestione.”
Per alcuni interventi aggiunge. “La città dei ragazzi è un opera inserita nel piano triennale e finanziata con i Por 2007/2013 mentre a breve dovrebbero iniziare i lavori del secondo lotto del palazzotto dello sport che, comunque, non serviranno a completare la struttura. Riguardo la sistemazione di piazza Beato Angelo, dice ancora Coschignano, esisteva un finanziamento di seicento mila euro appena sufficiente a pulire l’enorme e nuova piazza dai detriti. Siamo riusciti a investire tre milioni e mezzo gran parte dei quali devono ancora essere erogati dalla regione e dalla cassa depositi e prestiti.” Riguardo questa opera il primo cittadino, però, ammette che il suo esecutivo sta valutando l’ipotesi di non volerla più realizzarla ma “questo non significa che perdiamo il cospicuo finanziamento.”
Riguardo la caserma dei carabinieri Coschignano non lesina accuse alla precedente amministrazione. “Vi erano a disposizione poco più di quattrocentomila euro ma per costruire la struttura servono almeno due milioni di euro. Per evitare una cattedrale nel deserto abbiamo investito più del 300 % ecco perché non si dovrebbero progettare opere faraoniche senza la dovuta copertura finanziaria.
Coschignano ammette che il periodo è difficile per tutti gli enti, sottolinea ancora una volta le numerose spese legali ereditate e promette che nella prossima seduta del consiglio comunale, che dovrà occuparsi di bilancio di previsione, i cittadini sapranno la verità sullo stato di salute di un comune che, sebbene le ristrettezze economiche del momento, sta riuscendo a portare avanti l’ordinaria amministrazione ed a effettuare alcuni importanti interventi sia nel centro che in periferia.

PUBBLICATO 30/03/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Opinione  |  LETTO 3568  
Buon Anno.
La redazione di Acrinrete.info augura un buon fine anno e un ancor miglior inizio a tutta la comunità acrese e tutti i suoi affezionati lettori.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 4308  
Cyber sindaco...
Il nostro cyber sindaco martedì 30 alle 20 terrà la sua prima apparizione su tele Acri con una intervista curata dal bravo collega Roberto Saporito, per un probabile augurio alla cittadinanza acrese ...
Leggi tutto

Foto News  |  LETTO 4021  
Festa degli alberi, un natale fatto a mano.
Giovedì 18 dicembre Piazza Annunziata è stata invasa da un centinaio di bambini delle scuole elementari che hanno accolto l'invito della CNA sede territoriale di Acri, partecipando alla I edizione d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3357  
I lions chiedono un osservatorio permanente sui diritii.
“Il sessantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani: proposta di un osservatorio in Acri”, questo il titolo di un convegno organizzato dal Lions Club e patrocinato dalla presidenza d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3905  
Ad Acri il primo premio "T. Terracina".
Nei giorni scorsi, si è svolta presso la sala M. Quintieri, del teatro Rendano di Cosenza, la premiazione del IV concorso Nazionale di poesia e pittura "F. Terracinà", indetto dal Centro culturale " ...
Leggi tutto