News Letto 2274  |    Stampa articolo

Bilancio di previsione e rimpasto in giunta.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Bilancio di previsione, programma triennale delle opere pubbliche e nomina delle nuove commissioni consiliari, sono i punti all’ordine del giorno della seduta odierna del consiglio comunale fissata per le 16 e 30. Insieme al consuntivo ed all’assestamento di bilancio, rappresenta l’appuntamento politico ed amministrativo più importante e durante il quale non mancheranno aspre polemiche tra maggioranza ed opposizione. Per la verità anche tra le stesse forze di governo non tira un’aria tranquilla e la seduta di oggi potrebbe offrire grosse sorprese.
I rapporti tra il Pd e la Sinistra Arcobaleno non sono ottimi ma alla fine, per quieto vivere e per salvare poltrone ed interessi, le due forze politiche troveranno unità di intenti e l’esecutivo incasserà i voti favorevoli per proseguire la legislatura sebbene forti contrasti e quotidiane scaramucce. C’è grande attesa per sapere se e di quanto aumenteranno i tributi.
L’esecutivo guidato da Coschignano, per rimpinguare le casse comunali, ha previsto il ritocco dell’Irpef, da 0.2% a 0.7%, e della Tarsu ma la proposta del governo centrale di congelare ogni aumento fino al entrata in vigore del federalismo fiscale, ha spiazzato tutti. Comunque vadano le cose, scontato il voto contrario di Udc e Fi, incerti gli Indipendenti Bruno, Bomparola e Barone che in più di un’occasione hanno salvato la poltrona di Coschignano. Curiosità anche attorno al voto di Pettinato del Prc che di recente non ha lesinato critiche sia alla gestione amministrativa che ad un parte dell’esecutivo ( Capalbo e Bonacci ).
Il via libera, quindi, al bilancio di previsione potrebbe avvenire con un margine di voti risicato. Nel corso della seduta non mancheranno i richiami a questioni prettamente politiche ed a eventuali cambi nell’esecutivo. Il rimpasto di giunta, con conseguente dimezzamento degli assessori, viene chiesto a gran voce dalla Sinistra Arcobaleno che vorrebbe un esecutivo di quattro e non più sette.
Rischiano di restare fuori Fabbricatore ( Udeur ), Falco ( Sdi ) e uno tra Capalbo e Bonacci ( Pd ).

PUBBLICATO 27/05/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Opinione  |  LETTO 3534  
Buon Anno.
La redazione di Acrinrete.info augura un buon fine anno e un ancor miglior inizio a tutta la comunità acrese e tutti i suoi affezionati lettori.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 4274  
Cyber sindaco...
Il nostro cyber sindaco martedì 30 alle 20 terrà la sua prima apparizione su tele Acri con una intervista curata dal bravo collega Roberto Saporito, per un probabile augurio alla cittadinanza acrese ...
Leggi tutto

Foto News  |  LETTO 3986  
Festa degli alberi, un natale fatto a mano.
Giovedì 18 dicembre Piazza Annunziata è stata invasa da un centinaio di bambini delle scuole elementari che hanno accolto l'invito della CNA sede territoriale di Acri, partecipando alla I edizione d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3322  
I lions chiedono un osservatorio permanente sui diritii.
“Il sessantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani: proposta di un osservatorio in Acri”, questo il titolo di un convegno organizzato dal Lions Club e patrocinato dalla presidenza d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3868  
Ad Acri il primo premio "T. Terracina".
Nei giorni scorsi, si è svolta presso la sala M. Quintieri, del teatro Rendano di Cosenza, la premiazione del IV concorso Nazionale di poesia e pittura "F. Terracinà", indetto dal Centro culturale " ...
Leggi tutto