News Letto 2454  |    Stampa articolo

Entro fine mese il Coschignano ter.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Entro fine mese nascerà il Coschigano ter. Le ipotesi dei giorni scorsi lasciano spazio alle certezze che derivano da una serie di incontri tra i quattro partiti della maggioranza e i dodici consiglieri comunali che ne fanno parte. Ma tra Pd, Pdci, Verdi e Prc è solo il primo, tra l'altro partito del primo cittadino, che chiede fortemente la rivisitazione dell'esecutivo.
Ma il rimpasto lo impongono altri fattori; un nuovo quadro politico emerso dalle ultime elezioni politiche, un'azione politica ed amministrativa che zoppica, una serie di contraddizioni ed ambiguità presenti nello stesso esecutivo, un consiglio comunale che non è più lo stesso rispetto a quello uscito dalle urne del 2005. L'assise si presenta ora con cinque del Pd, due Verdi, due Indipendenti ma molto vicini al Pd, ed uno per Pdci e Prc.
Ecco, dunque, che alcune forze di governo vogliono rilanciare l'azione politica ed amministrativa in questi ultimi due anni di legislatura sia per fare chiarezza politica ma anche per recuperare la fiducia dei cittadini, soprattutto dell'elettorato di sinistra, che è venuta meno durante questi tre anni governo. A poco meno di un anno, quindi, la giunta cambierà nuovamente.
Nello scorso mese di settembre, infatti, il sindaco, su indicazione dei partiti, aveva provveduto a nominare tre nuovi assessori; Fabbricatore dell'Udeur, per un patto preelettorale che prevedeva l'avvicendamento, a metà legislatura, tra il partito di Mastella e Idv, Montalto del Pdci e Pascuzzo del Prc.
Ora, due di questi, rischiano seriamente la poltrona. Da più parti al primo cittadino viene chiesta una radicale svolta, un netta inversione di rotta, forse anche per eliminare qualche inutile ramo secco. Tutto ciò dovrebbe avvenire prima del bilancio consuntivo previsto per fine mese.
Non ci sarà l'azzeramento come qualcuno della stessa maggioranza chiede da tempo ma che non riuscirà, quindi, ad imporre, ma un semplice rimpasto ed una ridistribuzione delle deleghe con il probabile rafforzamento del Pd già presente con due assessori. Seppure non nutri la fiducia di alcuni pezzi della maggioranza, l'assessore al bilancio Bonacci dovrebbe restare al suo posto, così come Pascuzzo ( Prc ) e Falco ( Sdi ) mentre rischiano di andare a casa il vice sindaco Monaco ( Verdi ) e Montalto ( Pdci ).
Punti interrogativi per Capalbo ( Pd ) e Fabbricatore ( Udeur ).

PUBBLICATO 04/06/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Opinione  |  LETTO 3643  
Buon Anno.
La redazione di Acrinrete.info augura un buon fine anno e un ancor miglior inizio a tutta la comunità acrese e tutti i suoi affezionati lettori.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 4376  
Cyber sindaco...
Il nostro cyber sindaco martedì 30 alle 20 terrà la sua prima apparizione su tele Acri con una intervista curata dal bravo collega Roberto Saporito, per un probabile augurio alla cittadinanza acrese ...
Leggi tutto

Foto News  |  LETTO 4097  
Festa degli alberi, un natale fatto a mano.
Giovedì 18 dicembre Piazza Annunziata è stata invasa da un centinaio di bambini delle scuole elementari che hanno accolto l'invito della CNA sede territoriale di Acri, partecipando alla I edizione d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3439  
I lions chiedono un osservatorio permanente sui diritii.
“Il sessantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani: proposta di un osservatorio in Acri”, questo il titolo di un convegno organizzato dal Lions Club e patrocinato dalla presidenza d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3982  
Ad Acri il primo premio "T. Terracina".
Nei giorni scorsi, si è svolta presso la sala M. Quintieri, del teatro Rendano di Cosenza, la premiazione del IV concorso Nazionale di poesia e pittura "F. Terracinà", indetto dal Centro culturale " ...
Leggi tutto