Foto Notizia Letto 2856  |    Stampa articolo

Acri ha un problema!!!

Valentina Capalbo
Foto © Acri In Rete
Il mio paese è un paese molto bello dove si può vivere con comodità, ma per noi diversamente abili non è cosi; per noi Acri è un paese invivibile e scomodo per colpa delle strade e dei marciapiedi inesistenti. Perché non si può camminare in mezzo alle strade, rischiando di essere investiti dal traffico automobilistico; in verità i marciapiedi ci sono, ma sono inagibili per qualunque persona con un deambulatore o sedia a rotelle. Io invito quelli che hanno costruito queste strade a sedersi su una sedia a rotelle e camminare sopra i marciapiedi di Acri, per capire le difficoltà che sono venuti a creare costruendo i marciapiedi con il gradino.
Ora vi voglio mostrare alcune foto, per esporre quello che ho appena detto.
Come potete vedere qui il marciapiede serve come discarica ambientale


 
Questa è una delle vie principali di ACRI, VIA SAN GIOVANNI BOSCO dove abito.
 

 
Qui hanno costruito la pedana, ma è ripida e impraticabile; per arrivare alle strisce pedonali bisogna ovviamente scendere il gradino.
 
 
Come potete vedere il deambulatore non ci sale!
 









 
Il marciapiede non è per i pedoni ma per le vendite delle auto!!!
 
 
Da qua non ci passa nemmeno una persona a piedi! Infatti il marciapiede è stato costruito per gli alberi e non per i pedoni
 

 
Anche davanti alle chiese ci sono delle barriere!
 
 
A questo punto vorrei parlarvi dei negozi, ristoranti e uffici pubblici perché anche questi non sono agibili per le persone diversamente abili; infatti riportano all’ entrata e all’interno il gradino. Anche per questo ho delle foto.
 





 
Questi sono i negozi dell’isola pedonale di ACRI, come potete vedere sono inagibili-
Per tutte queste problematiche la vita dei diversamente abili è molto difficile in confronto alle persone normali. Ora il mio discorso non è per offendere l’ amministrazione comunale, ma per cambiare una realtà che purtroppo ci costringe a farci vergognare del nostro paese. Io penso che per rendere i cittadini orgogliosi di un paese, bisogna renderlo vivibile e alla portata di tutti che siano persone normali o diversamente abili.

PUBBLICATO 24/06/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Opinione  |  LETTO 3643  
Buon Anno.
La redazione di Acrinrete.info augura un buon fine anno e un ancor miglior inizio a tutta la comunità acrese e tutti i suoi affezionati lettori.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 4375  
Cyber sindaco...
Il nostro cyber sindaco martedì 30 alle 20 terrà la sua prima apparizione su tele Acri con una intervista curata dal bravo collega Roberto Saporito, per un probabile augurio alla cittadinanza acrese ...
Leggi tutto

Foto News  |  LETTO 4096  
Festa degli alberi, un natale fatto a mano.
Giovedì 18 dicembre Piazza Annunziata è stata invasa da un centinaio di bambini delle scuole elementari che hanno accolto l'invito della CNA sede territoriale di Acri, partecipando alla I edizione d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3436  
I lions chiedono un osservatorio permanente sui diritii.
“Il sessantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani: proposta di un osservatorio in Acri”, questo il titolo di un convegno organizzato dal Lions Club e patrocinato dalla presidenza d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3982  
Ad Acri il primo premio "T. Terracina".
Nei giorni scorsi, si è svolta presso la sala M. Quintieri, del teatro Rendano di Cosenza, la premiazione del IV concorso Nazionale di poesia e pittura "F. Terracinà", indetto dal Centro culturale " ...
Leggi tutto