News Letto 2299  |    Stampa articolo

Rimpasto ancora lontano.

Piero Cirino
Foto © Acri In Rete
La richiesta avanzata nei giorni scorsi al sindaco Elio Coschignano, da parte del gruppo consiliare del Partito Democratico e degli indipendenti Angelo Bruno e Tommaso Bonparola, di un rimpasto in giunta sembra apparentemente caduta nel vuoto. Almeno ufficialmente, perché è evidente che qualcosa sott'acqua si muove. Una simile richiesta, accompagnata da una analisi politica non certamente rosea, non può essere considerata sbrigativamente un capriccio estivo di qualche consigliere comunale. Qualcosa potrebbe accadere, ma non sarà semplice per il primo cittadino trovare la quadratura del cerchio. Coschignano ha dovuto cedere alle pressioni di una parte della maggioranza già nello scorso mese di settembre, allorquando diede vita al primo rimpasto, di metà legislatura. E' di tutta evidenza che quel cambio di marcia richiesto a gran voce da quanti hanno promosso gli avvicendamenti in giunta non c'è stato. Questo i sette consiglieri che hanno indirizzato al sindaco la lettera non lo hanno detto a chiare lettere, ma che vi sia una strisciante delusione rispetto alle attese è ormai un segreto di Pulcinella.
Il rimpasto dello scorso anno, che concluse una verifica lunga circa nove mesi, in realtà non fu accompagnato da un'autentica discussione di merito sul lavoro fin lì svolto, ma ci si limitò unicamente a qualche aggiustamento per ristabilire certi equilibri politici all'interno dei partiti di maggioranza. E questo probabilmente fu il limite di quella operazione: non si può chiudere una interminabile verifica senza aver verificato nulla.
I dubbi che assillano in questi giorni il sindaco non sono pochi, anche perché non è ancora ben chiaro il quadro delle alleanze. Solo qualche settimana fa il presidente del consiglio e il capogruppo del Pd dichiararono ufficialmente che questa maggioranza era giunta al capolinea.
Quelle parole rimasero lì, senza alcuna conseguenza. E questo avvenne perché il Partito Democratico è ancora virtuale al di fuori del gruppo consiliare e perché a livello nazionale non è ancora ben chiaro se verrà ricostituita una alleanza con la Sinistra Arcobaleno, producendo un effetto domino di immobilismo anche nelle realtà locali. Rimettere mano a certi equilibri consolidati potrebbe innescare effetti devastanti che il sindaco non si può certo permettere a meno di due anni dalla scadenza del mandato.
Nei giorni scorsi circolavano ipotesi di rimpasto con l'ingresso in giunta di qualche consigliere comunale. E' una mera ipotesi di scuola, ma difficilmente percorribile nella realtà. Rispetto all'inizio della legislatura, il quadro politico, sia in maggioranza che nelle opposizioni, è profondamente cambiato. Oltre metà dei consiglieri non milita più nel partito in cui è stata eletta. Un passaggio in giunta di qualcuno di essi significherebbe abbandonare lo scanno in consiglio a vantaggio, nella stragrande maggioranza dei casi, di nuovi ingressi di altri partiti, determinando paradossalmente la possibilità di una inesistente maggioranza.
Insomma esiste più di qualche semplice ostacolo per trovare la quadratura del cerchio. Lo scenario più plausibile, a questo punto, è quello di un quadro immutato, anche in giunta, almeno fino al prossimo autunno. Dopo si vedrà.


Fonte: "Il Quotidiano della Calabria" del 28-06-2008.

PUBBLICATO 28/06/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Opinione  |  LETTO 3639  
Buon Anno.
La redazione di Acrinrete.info augura un buon fine anno e un ancor miglior inizio a tutta la comunità acrese e tutti i suoi affezionati lettori.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 4374  
Cyber sindaco...
Il nostro cyber sindaco martedì 30 alle 20 terrà la sua prima apparizione su tele Acri con una intervista curata dal bravo collega Roberto Saporito, per un probabile augurio alla cittadinanza acrese ...
Leggi tutto

Foto News  |  LETTO 4095  
Festa degli alberi, un natale fatto a mano.
Giovedì 18 dicembre Piazza Annunziata è stata invasa da un centinaio di bambini delle scuole elementari che hanno accolto l'invito della CNA sede territoriale di Acri, partecipando alla I edizione d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3434  
I lions chiedono un osservatorio permanente sui diritii.
“Il sessantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani: proposta di un osservatorio in Acri”, questo il titolo di un convegno organizzato dal Lions Club e patrocinato dalla presidenza d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3978  
Ad Acri il primo premio "T. Terracina".
Nei giorni scorsi, si è svolta presso la sala M. Quintieri, del teatro Rendano di Cosenza, la premiazione del IV concorso Nazionale di poesia e pittura "F. Terracinà", indetto dal Centro culturale " ...
Leggi tutto