News Letto 2162  |    Stampa articolo

Consuntivo a rischio approvazione.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Conto alla rovescia per l’esecutivo guidato da Coschignano. per il prossimo sedici di luglio è prevista la discussione, e la eventuale approvazione, del conto consuntivo relativo al 2007. Un banco di prova impegnativo sia dal punto di vista amministrativo che politico.
L’importante atto amministrativo è, però, a forte rischio di approvazione. Prima di quella data, infatti, il primo cittadino avrà l’arduo compito di rivisitare la giunta. La richiesta, attraverso un corposo documento, giunge dal gruppo consiliare del Pd, partito del sindaco, e dai due Indipendenti Bomparola e Bruno.
I sette firmatari chiedono un radicale cambiamento in modo di rilanciare l’azione politica ed amministrativa di un governo non proprio efficace ed efficiente quando mancano due anni alla scadenza naturale della legislatura. Ciò signfica, in pratica, un rimpasto di giunta e il cambio di alcune deleghe.
Dalla loro richiesta, però, sono trascorsi già due mesi e il primo cittadino, al momento, non ha dato alcun segnale mentre tutti i sette assessori si sentono in una botte di ferro, cioè irremovibili. Gran parte dei firmatari di quel documento, tra cui anche il presidente del consiglio, giurano che, invece, qualcosa dovrà accadere pena la non approvazione del conto consuntivo che significherebbe la fine anticipata della legislatura.
Coschignano prende tempo perchè chiamato ad un lavoro non facile ed a mantenere gli equilibri politici ma anche a salvare qualche suo uomo fidato e nello stesso tempo a soddisfare le esigenze di alcuni consiglieri la cui alzata di mano il prossimo sedici di luglio è indispensabile per evitare la fine anticipata del mandato. Il rimpasto, quindi, sembra cosa fatta altrimenti quel documento, sottoscritto anche da chi la rivisitazione della giunta non la vorrebbe affatto, sarà carta straccia e i sette firmatari perderebbero di credibilità ed autorevolezza.
Top secret sui nuovi ingressi che provocheranno una ridistribuzione delle deleghe. Sicuri, invece, di restare l’assessore al Bilancio Bonacci e il vice sindaco , quello alla cultura Pascuzzo e quello ai lavori pubblici Falco. Per gli altri la poltrona trema.

PUBBLICATO 04/07/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Opinione  |  LETTO 3639  
Buon Anno.
La redazione di Acrinrete.info augura un buon fine anno e un ancor miglior inizio a tutta la comunità acrese e tutti i suoi affezionati lettori.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 4374  
Cyber sindaco...
Il nostro cyber sindaco martedì 30 alle 20 terrà la sua prima apparizione su tele Acri con una intervista curata dal bravo collega Roberto Saporito, per un probabile augurio alla cittadinanza acrese ...
Leggi tutto

Foto News  |  LETTO 4095  
Festa degli alberi, un natale fatto a mano.
Giovedì 18 dicembre Piazza Annunziata è stata invasa da un centinaio di bambini delle scuole elementari che hanno accolto l'invito della CNA sede territoriale di Acri, partecipando alla I edizione d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3434  
I lions chiedono un osservatorio permanente sui diritii.
“Il sessantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani: proposta di un osservatorio in Acri”, questo il titolo di un convegno organizzato dal Lions Club e patrocinato dalla presidenza d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3978  
Ad Acri il primo premio "T. Terracina".
Nei giorni scorsi, si è svolta presso la sala M. Quintieri, del teatro Rendano di Cosenza, la premiazione del IV concorso Nazionale di poesia e pittura "F. Terracinà", indetto dal Centro culturale " ...
Leggi tutto