News Letto 2269  |    Stampa articolo

Tutto pronto per il Coschignano ter.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Non una rivisitazione completa ma solo un ritocchino della giunta e una nuova ridistribuzione delle deleghe. Il sindaco Coschignano accoglie così le richieste avanzate da cinque consiglieri del Pd e dai due Indipendenti, Bomparola e Bruno, che chiedevano una svolta per il rilancio dell’azione politica ed amministrativa a due anni esatti alla fine della legislatura. Walter Manes, 43 anni, apprezzato avvocato, eletto tra le fila dello Sdi di cui è stato capogruppo prima di aderire al Pd, è il nuovo assessore del Coschignano ter. Si tratta dell’unica novità di questo mini rimpasto. Con ogni probabilità si occuperà di affari legali, personale e urbanistica e nell’esecutivo entrerà da Indipendente.
A Capalbo (Pd) dovrebbero toccare i lavori pubblici dopo che in passato si è occupato prima di affari legali e poi di servizi sociali e ambiente. Per il vice sindaco Bonacci, la delega al bilancio mentre a Monaco (Verdi), gli verrà tolta l’urbanistica e si occuperà di attività produttive, infine Pascuzzo (Prc) , Montalto (Pdci) e Fabbricatore (Udeur) si occuperanno rispettivamente di cultura, sport e turismo e spettacolo, servizi sociali e ambiente. Dovrebbe restare fuori Falco (Sdi) che per tre anni si è occupato di lavori pubblici e che, essendo il primo dei non eletti, occuperà lo scranno in consiglio comunale che apparteneva a Manes.
Il tutto all’indomani di una serie di riunioni tra sindaco e consiglieri di maggioranza ed alla vigilia del bilancio consuntivo relativo al 2007 che approderà in aula questa sera. Prima del via dell’assise, che si preannuncia lunga e molto dibattuta, il primo cittadino annuncerà il nuovo esecutivo e le rispettive deleghe. Anche se il neo collaboratore del sindaco si dichiara indipendente è palese il fatto che da questa terza rivisitazione della giunta ne esce rafforzato Il Pd al quale Manes ha aderito qualche mese fa.
I Veltroniani possono contare ora su tre assessori con importanti deleghe, oltre che sul sindaco e sul presidente del consiglio. Coschignano, dunque, a distanza di quasi un anno, in virtù delle indicazioni provenienti da ben sette consiglieri, ha provveduto a rivedere ancora una volta il suo esecutivo. Evitati, così, la crisi e il voto anticipato.

PUBBLICATO 16/07/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Opinione  |  LETTO 3643  
Buon Anno.
La redazione di Acrinrete.info augura un buon fine anno e un ancor miglior inizio a tutta la comunità acrese e tutti i suoi affezionati lettori.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 4375  
Cyber sindaco...
Il nostro cyber sindaco martedì 30 alle 20 terrà la sua prima apparizione su tele Acri con una intervista curata dal bravo collega Roberto Saporito, per un probabile augurio alla cittadinanza acrese ...
Leggi tutto

Foto News  |  LETTO 4096  
Festa degli alberi, un natale fatto a mano.
Giovedì 18 dicembre Piazza Annunziata è stata invasa da un centinaio di bambini delle scuole elementari che hanno accolto l'invito della CNA sede territoriale di Acri, partecipando alla I edizione d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3436  
I lions chiedono un osservatorio permanente sui diritii.
“Il sessantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani: proposta di un osservatorio in Acri”, questo il titolo di un convegno organizzato dal Lions Club e patrocinato dalla presidenza d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3982  
Ad Acri il primo premio "T. Terracina".
Nei giorni scorsi, si è svolta presso la sala M. Quintieri, del teatro Rendano di Cosenza, la premiazione del IV concorso Nazionale di poesia e pittura "F. Terracinà", indetto dal Centro culturale " ...
Leggi tutto