News Letto 2006  |    Stampa articolo

Anche i Socialisti chiedono un posto nella giunta.

Piero Cirino
Foto © Acri In Rete
Il reingresso in giunta dei Verdi ha di fatto segnato la ripresa dell'attività politica dopo la breve pausa estiva. Le roventi polemiche agostane tra l'Udc e una delegazione del gruppo consiliare del Partito Democratico, relative a un incontro che avrebbe dovuto sancire un'alleanza e che si è trasformato in una formidabile occasione per discutere anche di altre questioni, hanno animato un ampio scorcio della calda stagione. Al di là del gioco delle parti e delle contrastanti versioni sull'accaduto, ormai i cittadini e gli elettori sulla vicenda comunque, anche grazie ai resoconti dei giornali, un'idea ben precisa se la sono fatti. Settembre si è aperto con la ricomposizione della frattura tra i Verdi - Ulivo e il resto della maggioranza.
La ferita si era aperta nello scorso mese di luglio, con il varo dell'ennesimo rimpasto. In quella circostanza gli ambientalisti contestavano un loro ridimensionamento nella distribuzione delle deleghe e ritiravano dall'esecutivo il loro rappresentante, il vice - sindaco Franco Monaco. Quest'ultimo è rientrato, ma le deleghe sono rimaste praticamente le stesse. Il motivo per cui i Verdi sono rientrati sarebbe da ricercare negli impegni assunti dal sindaco nei loro confronti circa un più ampio spazio di manovra sui temi interessati all'attività amministrativa di Monaco. L'impressione è che, ancora una volta, si sia deciso di aggirare l'ostacolo e che il fuoco sarà appiccato dalla prossima scintilla. In ogni caso, il centrosinistra non ha risolto tutti i problemi ereditati dal rimpasto. Il Partito Socialista, che ha un rappresentante in consiglio ed è assente in giunta, farà presto sentire la sua voce. Il garofano avrà il suo spazio nell'esecutivo, ma l'operazione non sarà indolore.
La prossima vittima predestinata potrebbe essere Salvatore Fabbricatore, dell'Udeur. Al di là dei problemi legati alla rappresentativi - tà delle diverse espressioni della maggioranza, ciò che preoccupa è comunque la mancanza di una prospettiva chiara di fine legislatura. Se c'è, nessuno se n'è accorto. In consiglio ci si accapiglia sulle cose fatte, bene per il centrosinistra e male per le opposizioni, ma nulla o quasi emerge dalla polemica politica su un disegno d'insieme che accompagni la fine di questa esperienza amministrativa.
Il sindaco e la maggioranza sono chiamati a un colpo d'ala, perché non sempre tirare a campare significa non tirare le cuoia. I giochi per la prossima stagione elettorale sono già iniziati e il timore è che possano occupare la scena a discapito delle soluzioni da mettere in campo per i problemi più urgenti da risolvere. Sul versante squisitamente politico, vi sono altri interrogativi ai quali dare importanti e urgenti risposte. Innanzitutto occorre capire se vi è qualche residua speranza che Udc e Pd possano dar vita a un'alleanza. A oggi prevale il pessimismo. Così come appare assai remota la possibilità di un sodalizio politico tra Udc e il Popolo della Libertà. Denso di ombre appare pure il cielo sul centrosinistra, i cui partiti oggi sembrano avere più elementi di estraneità che di omogeneità.


Fonte: "Il Quotidiano della Calabria" del 11-09-2008.

PUBBLICATO 11/09/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Opinione  |  LETTO 3027  
Buon Anno.
La redazione di Acrinrete.info augura un buon fine anno e un ancor miglior inizio a tutta la comunità acrese e tutti i suoi affezionati lettori.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 3719  
Cyber sindaco...
Il nostro cyber sindaco martedì 30 alle 20 terrà la sua prima apparizione su tele Acri con una intervista curata dal bravo collega Roberto Saporito, per un probabile augurio alla cittadinanza acrese ...
Leggi tutto

Foto News  |  LETTO 3476  
Festa degli alberi, un natale fatto a mano.
Giovedì 18 dicembre Piazza Annunziata è stata invasa da un centinaio di bambini delle scuole elementari che hanno accolto l'invito della CNA sede territoriale di Acri, partecipando alla I edizione d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 2812  
I lions chiedono un osservatorio permanente sui diritii.
“Il sessantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani: proposta di un osservatorio in Acri”, questo il titolo di un convegno organizzato dal Lions Club e patrocinato dalla presidenza d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3351  
Ad Acri il primo premio "T. Terracina".
Nei giorni scorsi, si è svolta presso la sala M. Quintieri, del teatro Rendano di Cosenza, la premiazione del IV concorso Nazionale di poesia e pittura "F. Terracinà", indetto dal Centro culturale " ...
Leggi tutto