Lettera Letto 2163  |    Stampa articolo

Una litigiosità non più tollerabile.

Raffaele De Vincenti
Foto © Acri In Rete
Quello che è accaduto mercoledì 09 settembre nella Commissione Consiliare alla Sanità  conferma ancora una volta l’impossibilità a lavorare per risolvere i problemi di questo paese, con una maggioranza “brancaleone” che pensa solo ed esclusivamente a litigare con tutti e su tutto ma, sport principale, quello di litigare furiosamente fra di loro, salvo poi, quando il sole picchia forte, fare qualche breve  incursione in campo avversario con fantasiose e calunniose polemiche che dimostrano la statura politica e morale di chi le attua.
Mercoledì 09 è successo un fatto gravissimo che deve essere portato a conoscenza dei nostri concittadini.
All’ordine del giorno la situazione del nostro Ospedale, nell’imminenza dell’approvazione del piano sanitario regionale e alla luce degli ultimi avvenimenti che sembrano penalizzare  pesantemente il nostro nosocomio; infatti, tanto per fare qualche esempio, dall’inizio del mese non è più garantita la presenza dell’anestesista-rianimatore 24 ore al giorno, la radiologia copre i turni notturni per solo 20 giorni al mese, è in servizio un solo pediatra-neonatologo, all’ufficio ticket si impiega un’intera mattinata, se va bene, per pagare il ticket o bollare le ricette, nella nuova riorganizzazione del territorio dovrebbe sparire il distretto di Acri, etc,.
Questi i problemi.
Alla commissione, come di consuetudine, si presentano pochi consiglieri di maggioranza ed il numero legale, data la serietà del tema, viene assicurata dai consiglieri di minoranza, guarda caso sempre quelli dell’UDC. Già si notava l’assenza del Sindaco, attualmente  anche assessore alla Sanità, e la sua surroga con l’assessore Capalbo.
Prima di iniziare la discussione due consiglieri di maggioranza non riconoscevano la presidenza al  consigliere Fusaro  per cui abbandonavano la sala, immediatamente seguiti dal Presidente del Consiglio, forse nel vano tentativo di fermarli, e dell’assessore Capalbo, forse a corto di argomenti da proporre alla commissione, data la grave afonia dell’intera amministrazione   in tema di Sanità e principalmente per le sorti dell’Ospedale, afonia  che denota il totale disinteresse di questi signori.
In definitiva si restava come al solito ad assistere a questo ormai intollerabile balletto di litigiosità e ripicche, che stanno portando (o hanno già portato) il paese allo sfascio.
I problemi restano, non si affrontano, non si dà ai consiglieri di minoranza la possibilità di conoscere le intenzioni dell’amministrazione né la possibilità di partecipare alla soluzione dei tanti problemi del paese.
In democrazia, in siffatte condizioni, i consiglieri di minoranza non possono che stigmatizzare nella maniera più ferma questi comportamenti, denunziarli all’opinione pubblica e richiede ad alta voce le dimissioni di questa Amministrazione e di questa maggioranza che si dimostrano, ogni giorno di più, incapaci di affrontare e risolvere i nostri problemi.

PUBBLICATO 13/09/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Opinione  |  LETTO 3027  
Buon Anno.
La redazione di Acrinrete.info augura un buon fine anno e un ancor miglior inizio a tutta la comunità acrese e tutti i suoi affezionati lettori.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 3719  
Cyber sindaco...
Il nostro cyber sindaco martedì 30 alle 20 terrà la sua prima apparizione su tele Acri con una intervista curata dal bravo collega Roberto Saporito, per un probabile augurio alla cittadinanza acrese ...
Leggi tutto

Foto News  |  LETTO 3476  
Festa degli alberi, un natale fatto a mano.
Giovedì 18 dicembre Piazza Annunziata è stata invasa da un centinaio di bambini delle scuole elementari che hanno accolto l'invito della CNA sede territoriale di Acri, partecipando alla I edizione d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 2812  
I lions chiedono un osservatorio permanente sui diritii.
“Il sessantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani: proposta di un osservatorio in Acri”, questo il titolo di un convegno organizzato dal Lions Club e patrocinato dalla presidenza d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3351  
Ad Acri il primo premio "T. Terracina".
Nei giorni scorsi, si è svolta presso la sala M. Quintieri, del teatro Rendano di Cosenza, la premiazione del IV concorso Nazionale di poesia e pittura "F. Terracinà", indetto dal Centro culturale " ...
Leggi tutto