News Letto 2671  |    Stampa articolo

Cerenzia nuovo assessore del PDCI.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Cambia, per la quarta volta in tre anni e mezzo, l’aspetto della giunta guidata da Coschignano. Ma ci sono i presupposti perché da qui a breve muti ancora. Ma andiamo con ordine e partiamo dall’avvicendamento in casa Pdci. Che, ad inizio legislatura aveva piazzato all’interno dell’esecutivo Gabriele. Per un accordo preelettorale quest’ultimo aveva dovuto lasciare il posto a Montalto. Era settembre 2007. Oggi, a distanza di poco più di un anno, il Pdci ha un nuovo uomo in giunta.
Si tratta di Mino Cerenzia, 37 anni, avvocato, da sempre militante nel Pci e nella Fgci. Si occuperà di sport, turismo e spettacolo, avrà, quindi le stesse deleghe del suo predecessore a cui il primo cittadino, giovedì, ha revocato la nomina. Un avvicendamento tutt’altro che indolore visto che l’ex assessore Montalto parla di “siluramento antidemocratico e incomprensibile.”
In attesa di spiegazioni ufficiali del partito, che potrebbero esserci nei prossimi giorni, Montalto ha rifiutato di dimettersi costringendo il sindaco ha un atto di forzatura. Tra il Pdci, che in consiglio è rappresentato da Morrone che è anche il segretario provinciale, e Montalto i rapporti non erano più buoni già dalla scorsa estate. A lui, la base, contesta il fatto di non essersi mai rapportato e non aver coinvolto, il direttivo. Fin qui la questione Pdci. Ma Coschignano deve ancora sciogliere due nodi. Sono quelli legati al Prc ed al Ps. Proprio sulle colonne di CO, Pettinato ( Prc ) ha annunciato di voler sfiduciare l’assessore Pascuzzo, fortemente da lui voluto nel settembre 2007 al posto di Coschignano. Una discussione all’interno del partito non c’è stata ma il capogruppo consiliare assicura che prima di Natale si recherà ugualmente dal sindaco per comunicare una rosa di nomi.
Ma non è escluso che il Prc possa anche restare senza scranno. Più complicata la situazione che riguarda il Ps. All’interno del Garofano c’ un bel po’ di maretta. E, a quanto pare, proprio sulla linea politica da seguire ma soprattutto attorno al nominativo che dovrà occupare il posto in giunta. Il partito non è riuscito a trovare un nome comune e la forte contrapposizione di due fazioni complica terribilmente le cose.
Di certo una parte del Ps non accetta imposizioni dall’alto. Nemmeno da chi occupa posti di prestigio. E la questione assessore potrebbe avere anche sviluppi imprevedibili. Un nutrito gruppo del direttivo starebbe meditando, addirittura, di dimettersi.

PUBBLICATO 14/12/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Opinione  |  LETTO 2990  
Buon Anno.
La redazione di Acrinrete.info augura un buon fine anno e un ancor miglior inizio a tutta la comunità acrese e tutti i suoi affezionati lettori.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 3667  
Cyber sindaco...
Il nostro cyber sindaco martedì 30 alle 20 terrà la sua prima apparizione su tele Acri con una intervista curata dal bravo collega Roberto Saporito, per un probabile augurio alla cittadinanza acrese ...
Leggi tutto

Foto News  |  LETTO 3423  
Festa degli alberi, un natale fatto a mano.
Giovedì 18 dicembre Piazza Annunziata è stata invasa da un centinaio di bambini delle scuole elementari che hanno accolto l'invito della CNA sede territoriale di Acri, partecipando alla I edizione d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 2758  
I lions chiedono un osservatorio permanente sui diritii.
“Il sessantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani: proposta di un osservatorio in Acri”, questo il titolo di un convegno organizzato dal Lions Club e patrocinato dalla presidenza d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3297  
Ad Acri il primo premio "T. Terracina".
Nei giorni scorsi, si è svolta presso la sala M. Quintieri, del teatro Rendano di Cosenza, la premiazione del IV concorso Nazionale di poesia e pittura "F. Terracinà", indetto dal Centro culturale " ...
Leggi tutto