Opinione Letto 2443  |    Stampa articolo

Ecco perchè la Sinistra Democratica di San. Giacomo vuole l'Istituto comprensivo.

Giacomo Fuscaldo
Foto © Acri In Rete
In qualità di Coordinatore di Sinistra democratica di San Giacomo ringrazio quelle forze politiche che in maniera trasversale hanno concordato con Sd sulla necessità di dare avvio ad Acri alla discussione, per ciò che concerne la creazione dell'Istituto scolastico Comprensivo. La realizzazione di quest'ultimo sarà utile, contribuirà a tirare fuori il nostro Comune da una visione ottocentesca del sapere e dell'istruzione, voluta da questo governo, alla Berlusconi per intenderci, che mira ad emarginare i giovani e a distruggere la scuola pubblica. Una soluzione di verticalità darà alle scuole acresi notevoli vantaggi. E' necessario dare ad Acri un nuovo sistema scolastico che dia slancio a questa delicatissima Istituzione.
L'Istituto Comprensivo una volta realizzato dovrà garantire: la continuità educativa, l'eliminazione della discontinuità metodologico - didattica tra ordini di scuola, il superamento delle gerarchie tra gli ordini di scuola interessati, la modifica dell'interpretazione cronologica - temporale dell'apprendimento, la condizione ottimale per evitare la ripetitività dei contenuti didattici, la stabilità dell'organico, l'impianto organizzativo unitario, la continuità territoriale, l'utilizzazione razionale delle risorse.
La scuola acrese del futuro dovrà essere capace di proporre un'offertà formativa efficace, e l'organizzazione dell'Istituto Comprensivo che avvicina la scuola agli enti locali potrà fare la sua parte affinchè ciò si realizzi. L'intensificazione dei rapporti interistituzionali a cui l'Istituto Comprensivo porta stimolerà una maggiore concertazione tra la scuola e gli enti di riferimento. Una nuova organizzazione del sistema scolastico acrese in questo senso garantirà la valorizzazione dell'insieme delle risorse professionali presenti nella scuola, dal dirigente allo staff, dai docenti ai collaboratori scolastici. Dobbiamo oggi più che mai salvaguardare la scuola pubblica. Dobbiamo difenderla da chi vuole screditarla ed impoverirla, per favorire le scuole private.
Dobbiamo dare la possibilità a tutti i nostri ragazzi di poter andare a scuola, affinchè non ci siano figli di serie A e figli di serie B, studenti di seria A e studenti di serie B. La politica deve combattere, Sinistra democratica dovrà combattere, così come pensava il Calamandrei, chi ritiene, che "bisogna distruggere le scuole di Stato perchè hanno il difetto di essere imparziali".
Sono convinto che l'Amministrazione comunale acrese saprà trovare assieme ai dirigenti scolastici che operano nel nostro Comune le giuste soluzioni per dare ai nostri giovani, una scuola migliore, seria, di qualità.

PUBBLICATO 16/12/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Opinione  |  LETTO 3018  
Buon Anno.
La redazione di Acrinrete.info augura un buon fine anno e un ancor miglior inizio a tutta la comunità acrese e tutti i suoi affezionati lettori.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 3708  
Cyber sindaco...
Il nostro cyber sindaco martedì 30 alle 20 terrà la sua prima apparizione su tele Acri con una intervista curata dal bravo collega Roberto Saporito, per un probabile augurio alla cittadinanza acrese ...
Leggi tutto

Foto News  |  LETTO 3467  
Festa degli alberi, un natale fatto a mano.
Giovedì 18 dicembre Piazza Annunziata è stata invasa da un centinaio di bambini delle scuole elementari che hanno accolto l'invito della CNA sede territoriale di Acri, partecipando alla I edizione d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 2803  
I lions chiedono un osservatorio permanente sui diritii.
“Il sessantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani: proposta di un osservatorio in Acri”, questo il titolo di un convegno organizzato dal Lions Club e patrocinato dalla presidenza d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3338  
Ad Acri il primo premio "T. Terracina".
Nei giorni scorsi, si è svolta presso la sala M. Quintieri, del teatro Rendano di Cosenza, la premiazione del IV concorso Nazionale di poesia e pittura "F. Terracinà", indetto dal Centro culturale " ...
Leggi tutto