Comunicato Stampa Letto 2850  |    Stampa articolo

Comunicato Stampa IDV del 22 Dicembre 2008.

Ufficio Stampa IDV
Foto © Acri In Rete
"Quello che sta accadendo con la discarica comunale di contrada Manzi ad Acri è una vergogna e vi va posto rimedio".
Il presidente del gruppo Italia dei Valori in Consiglio regionale, Maurizio Feraudo, non perde tempo e interviene sulla questione sollevata nei giorni scorsi da un'importante testata regionale riguardante le condizioni della discarica comunale acrese.
"E' preoccupante il fatto che sia così facile accedere ad un posto come una discarica. Non ci sono cancelli, i cumuli di immondizia sono ben visibili agli occhi di tutti. Una catasta di rifiuti fa da cornice alla montagna di Manzi e c'è da chiedersi se le esalazioni che fuoriescono dalla discarica siano anche tossiche e quindi nocive.
Una discarica è certamente un luogo pericoloso, al quale dovrebbe essere vietato accedere. A quanto pare, però, con quella comunale di contrada Manzi ad Acri le cose non funzionano così, altrimenti si sarebbe provveduto a mettere qualche cartello di divieto di accesso, nonché qualche cartello in cui è indicata la pericolosità del luogo.
Le autorità preposte, che hanno il compito di controllare e regolarizzare tali situazioni, dove sono finite? E' a loro che mi rivolgo a questo punto, chiedendo allo stesso tempo di procedere con un'attività di controllo capillare perché la montagna sia liberata da tale scempio.
In merito alla questione ho intenzione di rivolgere un'interrogazione al presidente della Giunta regionale, anche per chiedere lumi riguardo al finanziamento della Regione Calabria - di ben 2 milioni e 300 mila euro - che è stato appunto dato per i lavori di ammodernamento e bonifica della discarica. A che punto sono i lavori - sempre se sono iniziati - e quando ne è prevista la fine?
Le questioni ambientali non devono essere prese sotto gamba e devono essere una priorità per una regione come la nostra che vive di agricoltura e turismo. Qui, qualcuno se n'è dimenticato e a questo punto farò in modo che la questione venga seriamente affrontata e di conseguenza risolta
".

PUBBLICATO 23/12/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Opinione  |  LETTO 3018  
Buon Anno.
La redazione di Acrinrete.info augura un buon fine anno e un ancor miglior inizio a tutta la comunità acrese e tutti i suoi affezionati lettori.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 3708  
Cyber sindaco...
Il nostro cyber sindaco martedì 30 alle 20 terrà la sua prima apparizione su tele Acri con una intervista curata dal bravo collega Roberto Saporito, per un probabile augurio alla cittadinanza acrese ...
Leggi tutto

Foto News  |  LETTO 3467  
Festa degli alberi, un natale fatto a mano.
Giovedì 18 dicembre Piazza Annunziata è stata invasa da un centinaio di bambini delle scuole elementari che hanno accolto l'invito della CNA sede territoriale di Acri, partecipando alla I edizione d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 2803  
I lions chiedono un osservatorio permanente sui diritii.
“Il sessantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani: proposta di un osservatorio in Acri”, questo il titolo di un convegno organizzato dal Lions Club e patrocinato dalla presidenza d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3338  
Ad Acri il primo premio "T. Terracina".
Nei giorni scorsi, si è svolta presso la sala M. Quintieri, del teatro Rendano di Cosenza, la premiazione del IV concorso Nazionale di poesia e pittura "F. Terracinà", indetto dal Centro culturale " ...
Leggi tutto