OPINIONE Letto 2623  |    Stampa articolo

La tecnologia a supporto della didattica.

Giuliana Faragasso
Foto © Acri In Rete
L'anno scolastico 2009/2010 si avvia in un clima di dissenso da parte di Dirigenti, Docenti, Famiglie, Associazioni Sindacali. Con la "Riforma Gelmini", infatti, viene applicato un tanto discusso disegno di legge che strappa l'anima alla scuola, impoverendola e mortificandola, le cui motivazioni sono di evidente natura economica e non pedagogica; i numerosi tagli previsti per poter rinsaldare le casse dello Stato, purtroppo, danneggiano qualcosa su cui, invece, si dovrebbe solo investire, perché prioritario su tutto: l'istruzione. Di fronte a questo tentativo di "demolizione" la scuola, però, si difende e dimostra, grazie alle sue risorse e alle scelte attuate da chi in essa opera e crede, di riuscire a stare al passo con i tempi, promuovendo una didattica altamente innovativa, spendibile nella vita di ogni giorno, contribuendo, così, a formare delle "teste ben fatte" e non "ben piene".
Ad Acri, nella Frazione San Martino, è nato l'Istituto Comprensivo "La Mucone", frutto del Piano di Ridimensionamento degli Istituti Scolastici. Questa nuova istituzione scolastica, che comprende Plessi di Scuola dell'Infanzia, Primaria e Media, ha rappresentato una grande conquista per i residenti, una fetta di popolazione che si aggira intorno ai 5.000 abitanti.
Il Dirigente Scolastico, dott. Franco Murano, già D.S. nei due anni precedenti del 1° Circolo di Acri, ha sempre potenziato e accolto tempestivamente i più sofisticati mezzi tecnologici nel proprio corredo scolastico, consapevole del fatto che insegnare bene oggi significa saper dominare la tecnica e la veicolarità delle informazioni/saperi/alfabeti, utilizzando con intelligenza gli strumenti tecnologici, al fine di offrire un valido contributo al processo di insegnamento/apprendimento. La nostra, infatti, è una società complessa, caratterizzata dall' alto "metabolismo" della ricerca scientifica che ha trasformato il mondo in un "villaggio globale", annullando le vecchie categorie di spazio e tempo ed imponendo nuovi canali comunicativi e nuovi alfabeti. In tale realtà, il compito della scuola, quale prodotto e fattore dialettico della società, diventa ancora più arduo, dal momento che essa è chiamata a cogliere e a saper leggere gli effetti positivi dei mezzi tecnologici ed informatici. Questa società richiede competenze nuove, soprattutto al docente, che deve essere visto sempre come "mediatore culturale", un animatore di ricerca, che sollecita, incoraggia, progetta e motiva, essendo la motivazione "l'elemento trainante dell'apprendimento". La creazione di aule multimediali e laboratori in ogni Plesso contribuisce sia a sviluppare la cognitività che ad accrescere la potenzialità comunicativa.
L'Istituto, inoltre, vanta la presenza di ben 3 Lavagne Interattive Multimediali (LIM), uno strumento prezioso che si sta rapidamente diffondendo nelle scuole e che promuove una didattica altamente innovativa. La LIM rappresenta, infatti, una grande novità per le scuole ubicate in zone cosiddette periferiche, in cui si pensa, erroneamente, di occupare un posto marginale, in "ultima fila", e di vivere in una condizione di "inferiorità" rispetto alle scuole centrali. Questa lavagna, essendo sensibile al tocco delle dita o di una penna ed operando in collegamento con un PC e con un proiettore, permette ad alunni e insegnanti di interagire, utilizzando il proprio dito o la penna come se fosse il mouse del computer. E' definita "interattiva" proprio perché favorisce l'interazione che si realizza tra gli alunni, gli insegnanti e il contenuto della lezione che lo strumento permette di veicolare, favorendo, quindi, un apprendimento cooperativo ed utilizzando diversi tipi di linguaggi. L'intento è quello di soddisfare al meglio le esigenze di bambini e ragazzi e di restituire pienezza di "significato" alla nostra scuola italiana.

PUBBLICATO 04/10/2009

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3931  
Sindaco smemorato!
La seduta del Consiglio comunale del 18 dicembre ’09 ha evidenziato, ancora una volta, l’inconsistenza numerica e politica della maggioranza che sostiene il Sindaco Coschignano.
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 4462  
Domani all'Old Movie ci sarà la presentazione del libro Gente,
Si terrà domani, 19 dicembre 2009, alle ore 18.00, presso l'Old Movie di Acri la presentazione dell'audio libro "Gente" dello scrittore Bartolomeo Smaldone, edito dalla casa editrice Secop.
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3809  
Inter Club Acri 10 anni di club.
L'Inter Club Acri Angelomario Moratti, augurando a tutti i lettori e ialla redazione di Acri In Rete un buon Natale e felice anno nuovo, invita tutti i soci, domenica 20 dicembre alle ore 20,00 nell ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 4869  
Via o contrada... Martin Luther King?
I decenni passano, le amministrazioni comunali cambiano e di conseguenza mutua in bene questa nostra città, ma in tutto questo c'è un pezzettino di città che praticamente vive fuori dal tempo e dall ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3870  
La sinistra chiama l'UDC.
Sinistra e Libertà, Verdi-Ulivo per Acri, Pdci-Prc e IdV, hanno illustrato la loro posizione e i loro programmi. Presenti i rispettivi segretari ma anche diversi consiglieri comunali e assessori.
Leggi tutto