COMUNICATO STAMPA Letto 5426  |    Stampa articolo

Problema ARSSA.

Ufficio Stampa Comune
Foto © Acri In Rete
La notizia della possibile privatizzazione dell'ARSSA e del trasferimento di funzioni, personale e fondi ad una onlus che, come sembra, é stata appositamente costituita, ha agitato le acque e animato il dibattito fra forze politiche e sindacali, coinvolgendo anche il mondo imprenditoriale ed i disoccupati. L'ARSSA, anche nella sua veste di Opera-Sila e di ESAC, ha ben meritato ad Acri negli anni perché ha contribuito ad elevare i livelli occupazionali, ha favorito la for- mazionne di piccole imprese, ha realizzato importanti interventi di infrastrutturazione del territorio, fra cui si ricordano l'Acquedotto della Quinta Finestra, la copertura del Calamo, la dotazione di opere civili nelle frazioni. L'ARSSA ha avuto il merito dell'apertura del Salumificio (purtroppo fallita)e del Centro di sperimentazione del suino nero ancora in funzione; ha realizzato la crea- zione di notevoli estensioni boschive, estesi interventi di difesa del suolo e del Centro di sperimentazione del suino nero ancora in funzione e alcuni di questi centri ancora oggi inventano nuove tecniche per gli operatori agricoli a costo zero; ecc.ecc.
Il Sindaco di Acri prof. Elio Coschignano ha dichiarato in proposito: "L' Amministrazione Comunale segue con attenzione questo problema ed ha apprezzato la posizione degli assessori regionali Maiolo, Tripodi ed Incarnato, contrari allo scioglimento dell'ARSSA, in appoggio ai dipendenti ed ai Sindacati: Noi crediamo che l'ARSSA possa ancora svolgere una funzione importante per l'economia di Acri gestendo in maniera produttiva il patrimonio boschivo, possibilmente rilanciando l'at- tività del salumificio, mantenendo la difesa del suolo, la cui mancanza provoca disastri e lutti, come é avvenuto a Piano Lago sulla A3 e come é avvenuto in questi giorni a Messina. Vogliamo che la Regione si impegni per questi obiettivi. E' questo il modo di creare nuovi posti di lavoro, soprattutto per i tanti giovani laureati e diplomati privi di occupazione. Ci sono le condizioni per potenziare e rilanciare l'ARSSA modernizzandola e facendone uno strumento di innovazione e di trasformazione della nostra agricoltura. Dalla crisi economica si esce trasformando il nostro apparato produttivo. L'ARSSA può dare un contributo per avviare i nuovi processi di cambiamento. La creazione di un nuovo organismo parassitario ed improduttivo, come i tanti che sono stati creati in Calabria senza alcun risultato positivo, non serve. Per questo chiediamo al Presidente della Giunta on. Loiero ed al Presidente del Consiglio Regionale on. Bova di desistere dal progetto di scioglimento dell'ARSSA, insieme con tutti i Consiglieri Regionali, indipendentemente dalla loro collocazione politica, e di lavorare ad un progetto di rilancio dell'Ente per farne un moderno strumento di sviluppo economico a favore della Calabria. Per questo vogliamo che l'ARSSA continui a rimanere in mano pubblica".

PUBBLICATO 06/10/2009

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3931  
Sindaco smemorato!
La seduta del Consiglio comunale del 18 dicembre ’09 ha evidenziato, ancora una volta, l’inconsistenza numerica e politica della maggioranza che sostiene il Sindaco Coschignano.
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 4462  
Domani all'Old Movie ci sarà la presentazione del libro Gente,
Si terrà domani, 19 dicembre 2009, alle ore 18.00, presso l'Old Movie di Acri la presentazione dell'audio libro "Gente" dello scrittore Bartolomeo Smaldone, edito dalla casa editrice Secop.
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3809  
Inter Club Acri 10 anni di club.
L'Inter Club Acri Angelomario Moratti, augurando a tutti i lettori e ialla redazione di Acri In Rete un buon Natale e felice anno nuovo, invita tutti i soci, domenica 20 dicembre alle ore 20,00 nell ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 4869  
Via o contrada... Martin Luther King?
I decenni passano, le amministrazioni comunali cambiano e di conseguenza mutua in bene questa nostra città, ma in tutto questo c'è un pezzettino di città che praticamente vive fuori dal tempo e dall ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3870  
La sinistra chiama l'UDC.
Sinistra e Libertà, Verdi-Ulivo per Acri, Pdci-Prc e IdV, hanno illustrato la loro posizione e i loro programmi. Presenti i rispettivi segretari ma anche diversi consiglieri comunali e assessori.
Leggi tutto