POLITICA Letto 3177  |    Stampa articolo

Prime ipotesi sulla nuova giunta.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
La giunta Trematerra è quasi pronta. Il sindaco sta ultimando il giro di consultazioni al termine del quale aspetterà le indicazioni che gli forniranno i partiti che lo hanno sostenuto, ovvero Pdl, Udeur e Psi. Il tutto dovrebbe avvenire entro il prossimo lunedì. Trematerra, insomma, vuole arrivare al primo consiglio comunale con la squadra al completo. Tante le indiscrezioni, altrettanti i nomi e le aspettative dei sei papabili.
All’Udc, partito del sindaco, dovrebbero andare le deleghe del vice sindaco, del bilancio e dell’urbanistica. Maiorano, Vigliaturo, Bonacci e Cerlino sono i candidati. Al Pdl i lavori pubblici, gli affari legali o la cultura, in pole position Mangano e Intrieri, al Psi lo sport e il turismo. L’esecutivo sarà formato da sei membri a differenza dei sette della precedente amministrazione. Non è escluso che tra essi possa trovare spazio anche qualche assessore esterno, ovvero non legato ai partiti, che Trematerra sceglierà dalla società civile. Per fine mese è prevista la prima assise ed in quella occasione si dovrà eleggere il presidente del consiglio. Straface, Gencarelli e Cerlino i candidati. Il problema di Trematerra è quello di garantire pari dignità alle forze politiche e massimo equilibrio tra le stesse. Il primo cittadino non intende mortificare nessuno e vuole partire col piede giusto pur sapendo che qualcuno, per causa di forza maggiore, resterà fuori. Novità potrebbero esserci nella composizione del consiglio comunale visto che con la nomina degli assessori in quota Udc sia Galasso che Serra stanno alla finestra e sperano. Mai come in questa occasione il sindaco può contare su un’ampia maggioranza; dieci dell’Udc, due del Psi e tre del Pdl contro i quattro del Pd. Un aspetto che dovrebbe garantire stabilità e buon governo a differenza della precedenza amministrazione che con appena undici consiglieri di maggioranza spesso si è trovata in difficoltà e sull’orlo di andare a casa anticipatamente.

PUBBLICATO 25/04/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 4191  
Croce rossa... si ma di vergogna.
Ho sempre pensato che una delle poche cose su cui poter contare fosse la Croce Rossa. Una bella realtà fatta di volontariato, solidarietà, assistenza e generosità in Italia, come nel resto del mondo ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4569  
«Quella strada è pericolosa».
Spiegano che non è loro intenzione puntare il dito contro questa o quella amministrazione comunale e che non vogliono che la loro iniziativa si presti a strumentalizzazioni politiche, ma che qualcos ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4621  
Ospedale, la protesta degli studenti.
Una rumorosa e colorata manifestazione di protesta ha svegliato una città che sembra non reagire con vigore alla possibile chiusura del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'ospedale.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3156  
Ospedale. Scopelliti potrebbe revocare il decreto.
A tre giorni dall'entrata in vigore del decreto regionale, ancora nessuna novità sul fronte sanità. Almeno ufficialmente, perché di voci ufficiose ne circolano.
Leggi tutto

INTERVISTA  |  LETTO 4041  
Intervista Peppe Cristofaro.
Cala il sipario e si tirano le somme ma gli obiettivi prefissati sono stati pienamente raggiunti nell'edizione speciale del Premio Letterario Padula, dedicato al prete-scrittore acrese (1819-1884). ...
Leggi tutto