COMUNICATO STAMPA Letto 2878  |    Stampa articolo

Giacomo Fuscaldo: Partita la raccolta firme anche ad Acri per i 3 referendum.

Giacomo Fuscaldo
Foto © Acri In Rete
E' partita il 1° Maggio anche ad Acri e nella frazione di San Giacomo d'Acri la raccolta firme per i tre referendum su: acqua, nucleare, legittimo impedimento. E' necessario che si firmi per i quesiti proposti dal partito di IDV per garantire a tutti i cittadini benessere e pari dignità, in un momento di grave disagio per il paese. Mentre il resto del mondo sta tornando all'aqua pubblica, in Italia si vorrebbe fare il contrario. Si vuole garantire ai privati profitti a discapito dei cittadini, i quali anche a causa delle politiche economiche disastrose dell'attuale governo non riescono con la propria paga a fare fronte alle spese mensili. La situazione per i cittadini diventerebbe ancora più grave e di disagio se si dovessero trovare a pagare le bollette dell'acqua con il rischio di rimanere senza il servizio, in caso di mancato pagamento. E' necessario firmare anche contro l'installazione delle centrali nucleari nel nostro paese, la loro creazione oltre a compromettere l'equilibrio idrogeologico della zone in cui vengono costruite, sottoporrebbe a gravi ed irreparabili rischi la salute dei cittadini. L'Italia diventerebbe, inoltre, un obiettivo terroristico. Dobbiamo evitare che si verifichino situazioni simili. E' importare firmare anche per bloccare l'ennesima legge ad personam di Berlusconi sul legittimo impedimento. Ormai è noto che le uniche leggi che interessano a questo governo sono quelle dirette ad evitare ai ministri di finire sotto processo per reati gravissimi. Con legge sul legittimo impedimento si toglie al magistrato la possibilità di processare il presidente del consiglio ed i suoi ministri, anche se questi ultimi commettono reati gravissimi. Questa legge non riconoscendo l'eguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge, oltre ad essere inappropriata moralmente, non rispetta i principi di eguaglianza contenuti nella costituzione quale legge fondamentale dello Stato, presentando così gravi elementi di incostituzionalità. L'invito a tutti i cittadini è quello di firmare per fermarli.








PUBBLICATO 03/05/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 4193  
Croce rossa... si ma di vergogna.
Ho sempre pensato che una delle poche cose su cui poter contare fosse la Croce Rossa. Una bella realtà fatta di volontariato, solidarietà, assistenza e generosità in Italia, come nel resto del mondo ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4570  
«Quella strada è pericolosa».
Spiegano che non è loro intenzione puntare il dito contro questa o quella amministrazione comunale e che non vogliono che la loro iniziativa si presti a strumentalizzazioni politiche, ma che qualcos ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4621  
Ospedale, la protesta degli studenti.
Una rumorosa e colorata manifestazione di protesta ha svegliato una città che sembra non reagire con vigore alla possibile chiusura del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'ospedale.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3157  
Ospedale. Scopelliti potrebbe revocare il decreto.
A tre giorni dall'entrata in vigore del decreto regionale, ancora nessuna novità sul fronte sanità. Almeno ufficialmente, perché di voci ufficiose ne circolano.
Leggi tutto

INTERVISTA  |  LETTO 4042  
Intervista Peppe Cristofaro.
Cala il sipario e si tirano le somme ma gli obiettivi prefissati sono stati pienamente raggiunti nell'edizione speciale del Premio Letterario Padula, dedicato al prete-scrittore acrese (1819-1884). ...
Leggi tutto