INTERVISTA Letto 3942  |    Stampa articolo

Merola direttore artistico di Acrinscena, edizione 2010.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Ritorna Acrinscena, edizione 2010. Si tratta, in realtà della terza edizione dopo quelle del 2002, 2003 e 2004. Il direttore artistico della rassegna, di musica, teatro e cabaret che si tiene presso l'anfiteatro, sarà Valerio Merola, conduttore ed autore di programmi televisivi e da qualche anno anche opinionista Rai. E', in realtà un ritorno.
Ritorna dopo cinque anni. Se lo aspettava?
Nel 2005 l'amministrazione di centro sinistra non ha inteso avvalersi delle mie prestazioni. Ritengo, però, di aver fatto un ottimo lavoro nei tre anni. Le presenze e gli incassi ci hanno dato ragione e, quindi, mi aspettavo la chiamata dei nuovi amministratori. Sono consapevole che la gente si aspetta tanto, cercherò di non deludere le aspettative e di riportare l'anfiteatro ai fasti di una volta, quando, cioè, veniva riempito anche da spettatori provenienti da ogni angolo della regione.
Quale sarà il periodo della rassegna?
Presumibilmente dal 15 luglio al 15 agosto, con una decina di eventi.
Che idee ha in mente?
Di certo non i soliti concerti isolati. Sto lavorando ad un vero e proprio cartellone a tema fatto anche di teatro e musical. Vorrei dare spazio ai giovani locali ma anche a chi ha talento nel ballo e nel canto e non trova spazi per esibirsi. Di certo ci saranno eventi per tutte le tasche per tutti i gusti che vorrei collegare ad iniziative locali, penso ai beni culturali ed alla ristorazione. Chi decide di recarsi ad Acri dobbiamo fare in modo che possa apprezzare tutte le cose buone di questa città.
I nomi?
E' ancora presto ma i suggerimenti che arrivano sul mio blog e su facebook, dove ho aperto un gruppo, sono utili. Mi chiedono anche Pausini, Zero e Vasco Rossi ma è risaputo che il loro cachet è altissimo.
Si può già stilare una graduatoria dei preferiti?
A parte i sopracitati nomi ci sono richieste per i comici di Zelig, per i giovani di San Remo, per Caparezza e per i soliti D'Alessio, Consoli, Negramaro, Antonacci.

PUBBLICATO 06/05/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 4193  
Croce rossa... si ma di vergogna.
Ho sempre pensato che una delle poche cose su cui poter contare fosse la Croce Rossa. Una bella realtà fatta di volontariato, solidarietà, assistenza e generosità in Italia, come nel resto del mondo ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4570  
«Quella strada è pericolosa».
Spiegano che non è loro intenzione puntare il dito contro questa o quella amministrazione comunale e che non vogliono che la loro iniziativa si presti a strumentalizzazioni politiche, ma che qualcos ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4621  
Ospedale, la protesta degli studenti.
Una rumorosa e colorata manifestazione di protesta ha svegliato una città che sembra non reagire con vigore alla possibile chiusura del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'ospedale.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3157  
Ospedale. Scopelliti potrebbe revocare il decreto.
A tre giorni dall'entrata in vigore del decreto regionale, ancora nessuna novità sul fronte sanità. Almeno ufficialmente, perché di voci ufficiose ne circolano.
Leggi tutto

INTERVISTA  |  LETTO 4042  
Intervista Peppe Cristofaro.
Cala il sipario e si tirano le somme ma gli obiettivi prefissati sono stati pienamente raggiunti nell'edizione speciale del Premio Letterario Padula, dedicato al prete-scrittore acrese (1819-1884). ...
Leggi tutto