NEWS Letto 4681  |    Stampa articolo

150° dell'Unità, festa con polemiche.

Piero Cirino
Foto © Acri In Rete
La manifestazione per festeggiare il 150° anniversario dell'Unità d'Italia, promossa dall'amministrazione comunale e che ha portato in piazza centinaia di alunni delle scuole dell'infanzia, elementare e media, ha avuto un'ottima partecipazione di pubblico, in una giornata di sole e di festa. Non sono mancate tuttavia le ombre, di natura prettamente organizzativa.
Non è infatti passata inosservata l'assenza sul palco, allestito in piazza Sprovieri, di Nicola Fusaro, figura storica di celebrazioni rievocative delle pagine più significative della storia patria del secolo scorso.
Fusaro è il protagonista di sfilate, cortei e discorsi in occasione di date importanti, come 25 aprile, 2 giugno o 8 novembre, solo per fare qualche esempio. E' il presidente provinciale dell'associazione nazionale Reduci e Combattenti ed è Cavaliere della Repubblica, oltre che memoria storica delle figure e delle gesta degli acresi nei conflitti mondiali.
Nicola Fusaro c'è rimasto male, così come hanno espresso amarezza e delusione i suoi familiari. Costoro hanno ricordato come originariamente nel programma degli interventi, c'era anche quello di Fusaro, con tanto di comunicazione da parte degli amministratori. Qualche giorno prima, con una telefonata di un funzionario comunale, veniva comunicata, per una questione di tempi, la revoca dell'invito.
Al di là dei motivi che hanno indotto questa scelta, per la sua storia e per la testimonianza che avrebbe potuto portare alla manifestazione, Nicola Fusaro doveva esserci.
Così come dovevano esserci i volontari dei Vigili del Fuoco, che non hanno ricevuto alcun invito. Si tratta di volontari solo sulla carta, perché se non ci fossero, soprattutto in estate, Acri avrebbe problemi molto più grossi di quelli che si registrano abitualmente. Anche questi ragazzi ci sono rimasti male, perché è una dimenticanza che non hanno mandato giù e che suona come scarsa considerazione per un servizio assolutamente necessario per la collettività.

Fonte: "Il Quotidiano della Calabria" del 20-03-2011.
















































































































PUBBLICATO 20/03/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 3255  
Acritrasport, al via la protesta
Da ieri i dipendenti della Acritrasport hanno incrociato le braccia e sono in assemblea permanente. Rivendicano il pagamento di ben undici mensilit Il Comune deve all'azienda qualcosa come oltre 700 ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3296  
Acri presenta reclamo Scaramuzzo: «Mi sembra una cosa all’italiana»
In casa rossonera si continua a lavorare in vista della sfida di domenica contro il Nissa. Ma l'argomento di giornata a sorpresa riguarda il ricorso fatto dalla società rossonera per quando riguarda ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 3778  
Rassegna corale polifonica interprovinciale “Cantemus Domino"
Domenica 16 ottobre 2011 l'associazione " Coro Polifonico San Giuseppe" ha accolto le diverse Scholae Cantorum provenienti dalle varie località della Calabria.
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3141  
Bar dello Sport in diretta dallo Sweet Gate
Radio AKR, acrinrete.info e Flip Flop Service organizzano giovedì 10 novembre il secondo appuntamento con la nuova trasmissione sportiva itinerante Bar dello sport. Ancora una volta in primo piano i ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 3872  
Recital Pianistico del Maestro Angelo Arciglione
Venerdì 4 novembre, nell'ambito del Premio Nazionale "Vincenzo Padula", si è esibito il pianista acrese Angelo Arciglione.
Leggi tutto