COMUNICATO STAMPA Letto 2018  |    Stampa articolo

la strada è già tracciata

Foto © Acri In Rete
Angelo Giovanni Cofone
La strada è già tracciata, lo aveva preannunciato in campagna elettorale il riconfermato sindaco Pino Capalbo, e coerentemente con quanto detto dai pubblici comizi sta tenendo fede al suo impegno verso la città!
Così dopo i primi 5 anni di totale immobilismo amministrativo (in parte passati in sordina grazie alle chiusure dettate dall’emergenza pandemica), il primo cittadino, unitamente alla sua squadra di governo, persevera imperterrito nella sua proficua ed indomita azione amministrativa di rilancio.
A seguito delle grandi opere di bitumazione e pulizia parziale delle strade comunali, eseguita su determinate tratte, nonché di palificazione dell’illuminazione pubblica, solo per pochi intimi, realizzate appena qualche mese prima dell’appuntamento elettorale, siamo ritornati all’ordinaria gestione.
Infatti, nel mentre gran parte dei quartieri del centro cittadino e l’intera area di Là Mucone soffre da quasi un mese il grave problema dell’approvvigionamento di acqua potabile, senza che la macchina comunale si sia minimamente impegnata a sopperire alla carenza di tale bene primario, quantomeno delle famiglie maggiormente disagiate, il nostro sindaco, che fatta salva l’ordinanza di divieto del 13 settembre u.s. non ha speso una sola parola sulla questione, non trova altro di meglio da fare se non recarsi in visita istituzionale alla festa del vino e dell’uva di Bardolino!
Nel frattempo grazie ad una improvvida decisione dell’amministrazione comunale, che aveva aumentato esponenzialmente ed illegittimamente le tariffe per l’occupazione degli spazi comunali a carico dei commercianti ambulanti in occasione della fiera di Sant’Angelo, si è rischiato di non vedere le classiche bancherelle a causa della paventata astensione degli stessi ambulanti.
Risultato: richiesta di intervento al Prefetto per il ripristino della legalità e passo indietro, dell’amministrazione sul punto!
Per l’intanto, nel diffuso e sottaciuto malcontento generale, si continua ad assistere con indolenza al secondo tempo di un film già visto: disorganizzazione degli uffici comunali nella gestione e risoluzione dell’ordinario, figuriamoci dello straordinario come il problema dell’acqua potabile, aumento dei tributi e canoni comunali, decoro urbano ed attività di manutenzione nel centro e nelle periferie non pervenuto, problema del randagismo ancora attuale, gestione della res pubblica come bene privato e tanto altro ancora.
Ma di tutto questo avremo modo di riparlarne, punto per punto.

PUBBLICATO 04/10/2022





Altri Comunicati

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 219  
Rifiuti: tra inquinamento e miseria culturale
Nel territorio di Acri, nonostante la comunità risulti essere virtuosa nella raccolta differenziata, il fenomeno di abbandono selvaggio dei rifiuti persiste nonostante i tentativi fatti per arginarl ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 397  
Quando la musica incontra la solidarietà
La Hello Music Academy di Acri e la Polimnia di Cosenza a sostegno della CTNNB1. Si preannuncia un concerto unico ed emozionante quello di giovedì 29 febbraio 2024 a Palazzo Sanseverino
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 785  
Il gruppo micologico ''sila greca'' vara un programma eccezionale
Dopo la pausa invernale il Gruppo Micologico Sila Greca riparte alla grande con un comitato direttivo che rivolge all’approvazione dell’imminente assemblea dei soci, un programma ricco di iniziative ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1802  
Ospedale, qualcosa si muove?
In attesa di conoscere i contenuti del nuovo atto aziendale, il Comitato "Uniti per....
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 832  
Il gruppo di Sinistra Italiana non ce la fa proprio a fare il ruolo di opposizione
Ancora una volta, il partito di Sinistra Italiana perde l’occasione di essere una forza politica credibile in seno al Consiglio Comunale. In merito all’ articolo pubblicato di Sinistra Italiana, che ...
Leggi tutto