I FATTI DELLA SETTIMANA Letto 1758

I fatti della settimana. Senza pudore e dignità


Foto © Acri In Rete



Per chi ricopre ruoli istituzionali e politici, le parole ed il comportamento hanno un peso oltre che un significato. Senza vergogna è chi annuncia risultati positivi riguardo l’ospedale Beato Angelo.
Negli ultimi anni è stato spudoratamente smentito dai fatti ed oggi, a ridosso di elezioni comunali, continua ad annunciare servizi ed a prendere in giro la comunità.
La realtà, che anche lui conosce, è tutta un’altra cosa ovvero che il presidio è depauperato e che i cittadini sono costretti a rivolgersi ad altre strutture (pubbliche e/o private).
Senza pudore e dignità è chi passa da uno schieramento ad un altro calpestando il suo passato e tradendo il proprio elettorato.
Lo fa al fine di ottenere cariche e incarichi. Manca meno di una settimana alla presentazione delle liste. In tutto dovrebbero essere una quindicina tante quante quelle del 2017.
Secondo indiscrezioni e fonti certe subito dopo le 12 del 14 maggio sgraneremo gli occhi per le tante sorprese.
Non vogliamo credere, però, che candidati in pectore del centro destra (in seguito bocciati) sosterranno l’attuale sindaco ma soprattutto non vogliamo credere che ex amministratori di centro destra sono pronti a schierarsi con il centro sinistra. In queste ore tiene banco la questione Forza Italia.
È oramai certo che il partito non sarà presente alla prossima consultazione sebbene lo abbia annunciato (con Fdi) lo scorso 14 aprile con una nota stampa.
La difficoltà di reperire candidati e le divergenze politiche hanno provocato il divorzio tra i due soggetti politici.
Fdi sarà accanto al candidato Zanfini mentre Fi fa l’occhiolino a Capalbo.
E’ probabile, quindi, che l’oramai ex candidata a sindaco Vigliaturo, da qualche mese Fi ma ex Udc, oltre modo gratificata dai Trematerra (non certo mai vicini al Pd ed a Capalbo) durante gli anni d’oro (revisore dei conti, componente della segreteria cittadina, assessore al bilancio dal 2010 al 2013, ovvero nel periodo dei debiti fuori bilancio e del dissesto finanziario, candidata a sindaco del centro destra nel 2017), decida di sostenere Capalbo che, pare, lo abbia ammesso a pochi intimi.
Si, proprio l’attuale sindaco che per ben cinque anni dai banchi della maggioranza l’ha più volte offesa ed insultata considerandola la vera responsabile del dissesto finanziario.
Un’accusa che Vigliaturo non ha mai digerito ed ha sempre respinto, anzi in un’occasione si è sentita così diffamata da adire addirittura le vie legali.
La querela nei confronti del sindaco e della maggioranza è stata archiviata e noi cittadini siamo stati costretti a pagare le spese legali dei querelati.
Roba da non credere così come il sostegno dell’ex assessore al bilancio dell’amministrazione Trematerra a Capalbo che anche in quel periodo, 2013/2017 non fu tenero nei suoi confronti.
Sia in assise che sulla stampa.
Basta fare una semplice e veloce ricerca sul web. E’ probabile, quindi, che Vigliaturo dopo aver osteggiato in tanti modi l’amministrazione Capalbo oggi decida di sostenerla.
Cosa ne pensa il suo elettorato? Perché questa scelta?
Questo non è il solito cambio di casacca ma molto di più.
Di lei invidiamo la disinvoltura e il non imbarazzo. Possibile che per ricoprire un ruolo istituzionale e/o politico (magari prossimo assessore al bilancio) si possano calpestare pudore e dignità?
Concludiamo con la speranza che in questo scritto non abbiamo commesso errori di grammatica e/o di ortografia altrimenti saremo costretti a prenderci nuovamente i rimproveri della matita rossa del nostro affezionato lettore nonché professore (professore sui social perché nelle aule non può entrarci per mancanza di requisiti, titoli e competenze).
Comprendiamo la frustrazione e l’amarezza per il lavoro che svolge ma anche lui, affetto dalla sindrome del piedistallo, è senza pudore.
Continua...

PUBBLICATO 08/05/2022  |  © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

AMBIENTE E TERRITORIO  |  LETTO 721  
Acri nel 1872. Tutelare la memoria storica
Nel Foglio 108 “Acri”, rilevato nel 1872 (riprodotto in Fotozincografia nel 1876), a scala 1:50.000, è cartografata un’unica strada di accesso da ...
Leggi tutto

CULTURA  |  LETTO 250  
Giornate del libro arberësh a Tirana
Una numerosa delegazione della FAA (Federazione Associazioni Arbëreshë) parteciperà alle Giornate del libro arbëresh, promosse dal «Centro Studi ...
Leggi tutto

LIBRI  |  LETTO 1067  
I “Suoni confusi” di Emma Serpa
L’acrese Emma Serpa, da anni in Romagna, dove vive e lavora, torna in libreria. Dopo “La stanzetta” e “Fragole e lamponi” ecco “Suoni confusi”. “ ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 418  
Donne e lavoro
Continua il viaggio nella Rubrica dedicato alle donne. Oggi ci soffermeremo sull'evoluzione lavorativa che la donna ha visto cambiare nel tempo. ...
Leggi tutto

RELIGIONE  |  LETTO 294  
Le tre colonne di Francesco
San Francesco appartiene al Medioevo, lunghi secoli di guerre e di spade bene affilate al posto dei libri. Kopernico deve ancora nascere, quindi ...
Leggi tutto

ADV