COMUNICATO STAMPA Letto 2423

Sibari-Sila. Straface (Fi): "un tavolo di confronto alla Provincia di Cosenza per la celere risoluzione"


Foto © Acri In Rete



La Sibari-Sila rappresenta un'arteria stradale di vitale importanza, utile per collegare l’Alto Jonio, la Piana di Sibari e la Statale 106 al cuore dell’altopiano Silano, in appena venti minuti. Sono trascorsi oltre vent’anni da quando la Provincia di Cosenza pensò quell’opera e la mise in cantiere per un importo di 21 milioni di euro. Oggi, la questione dell'ammodernamento e dell'adeguamento della Sibari-Sila (Strada provinciale 177) non può essere ulteriormente procrastinata, anche alla luce del progetto da 116 milioni di euro presentato nei mesi scorsi al Governo dalla Provincia di Cosenza tra quelli relativi alla viabilità e alle infrastrutture e inseriti dall’Upi nell’ambito della mappatura delle opere strategiche dal punto di vista socioeconomico, indispensabili per le comunità e per i sistemi economici locali. In tale ottica, è da accogliere con favore la nota della Regione Calabria con la quale è stato nominato il nuovo Responsabile unico del procedimento per il completamento dei lavori di nuova costruzione e parziale adeguamento della SGC Sibari-Sila, I Lotto funzionale tra i Comuni di Acri e San Demetrio Corone, per un ammontare complessivo del progetto pari ad oltre 11 milioni e 700 mila euro. Da qui la necessità e la volontà di chiedere alla Presidente della Provincia di Cosenza, Rosaria Succurro, la convocazione di un Tavolo di confronto tra tutti gli attori sociali e istituzionali interessati alla vicenda". È quanto afferma, in una nota, Pasqualina Straface, consigliere regionale di Forza Italia. "Per quanto riguarda la Sibari-Sila, il progetto interesserà il tratto che attraversa i Comuni di Acri, San Demetrio Corone, Corigliano Rossano, Cassano allo Ionio. È una importante opportunità per la viabilità e per realizzare interventi fondamentali sull’intero territorio provinciale grazie a fondi extra Pnrr. Si tratta di un'opera destinata ad incidere sicuramente sulla qualità della vita dei cittadini e delle imprese, strategica nel rilanciare lo sviluppo del tessuto economico e sociale. Come rappresentante del territorio all'interno del Consiglio Regionale – conclude Straface – sono pronta a fare la mia parte nella celere e definitiva risoluzione dell'annosa questione, ad iniziare dalla richiesta del suddetto Tavolo di confronto, ben consapevole della sensibilità della Presidente Succurro".

PUBBLICATO 20/06/2022  |  © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 678  
Un Ominiello all’acqua di rose
Nel corso degli ultimi anni, in quanto esponenti del gruppo Innovatori della Politica, ci siamo costantemente occupati del dibattito politico che ...
Leggi tutto

CITTADINI ILLUSTRI  |  LETTO 1032  
Padovani eccellenti. C’è anche l’acrese Sergio Garofalo
Torna finalmente in presenza la Cerimonia di consegna dell’onorificenza dei Padovani Eccellenti 2020-2021. La consegna dell’onorificenza agli ins ...
Leggi tutto

AMBIENTE E TERRITORIO  |  LETTO 535  
I “politici-Attila” per fortuna non amministrano altrove
La valle dei trulli, Valle d’Itria, si impone nel circuito turistico mondiale proprio per la cura e il rispetto della particolare conformazione u ...
Leggi tutto

RICORRENZE  |  LETTO 684  
I 100 anni della sarta Assunta
La popolosa frazione San Giacomo in festa per i 100 anni di Assunta Tucci, ultima di 7 figli. Il papà originario di Serra San Bruno la mamma di F ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 503  
Randagismo e misure di contrasto
Le attività di contrasto al fenomeno del randagismo continuano, anche se in modo impercettibile. Il fenomeno sta preoccupando e mettendo in diffi ...
Leggi tutto

ADV