COMUNICATO STAMPA Letto 1209

Scopelliti ad Acri: una visita indesiderata


Foto © Acri In Rete



È di qualche giorno fa la notizia che domani arriverà ad Acri l’ex presidente della regione Calabria Giuseppe Scopelliti per presentare il suo libro.
Scopelliti è noto e ricordato ad Acri per aver fatto, qualche anno fa, man bassa di voti attraverso esponenti politici locali, ripagando poi la città con lo smantellamento del suo ospedale.
Ricordiamo che l’allora governatore e commissario regionale alla sanità Scopelliti ha avviato in tutta la Calabria un processo di chiusura e ridimensionamento di tanti ospedali efficienti e funzionanti, aprendo la strada allo stravolgimento e al declino della sanità pubblica a vantaggio di quella privata.
Sottolineiamo che da allora questo processo non si è più arrestato, visto che ogni anno continuamente si perdono pezzi e servizi essenziali per il diritto alla salute dei calabresi.
Sinistra Italiana si chiede come sia possibile che l’amministrazione comunale di Acri, che proclama il suo interesse al rilancio del nostro ospedale, possa non tener conto dei danni arrecati da Scopelliti alla nostra città.
Come possono il Sindaco di Acri e Fausto Sposato, Presidente OPI nonché ex presidente della commissione sanità della precedente giunta Capalbo, accogliere l’ex governatore Scopelliti e partecipare come relatori alla presentazione del suo libro con tanta disinvoltura!
Forse la loro memoria è molto corta e non ricordano tutte le conseguenze negative che il nostro ospedale ha subito e continua a subire a causa del depotenziamento decretato proprio da Scopelliti (da ospedale generale ad ospedale di area disagiata accorpato allo Spoke di Castrovillari ieri e Rossano oggi)?
Come mai il primo cittadino Pino Capalbo, esponente del PD, vuole partecipare a questo evento?
La commistione tra l’amministrazione Capalbo ed il centro destra continua a prendere corpo!
Democrazia vuole che ognuno possa avere diritto di parola e raccontare la sua versione dei fatti.
Non ci risulta però, che ci sia stata una presa di coscienza dell’ex governatore della Calabria, riguardo ai danni prodotti alla sanità acrese da lui e dalla sua giunta.
Riteniamo, perciò, che BUONGOVERNO, SERIETÀ ED OPPORTUNITÀ POLITICA richiedano che l’amministrazione ritiri il patrocinio ed il sindaco si astenga dal partecipare quale relatore all’evento.
UN ATTO DOVUTO ALLA CITTADINANZA.

PUBBLICATO 14/09/2023  |  © Riproduzione Riservata

ADV




Ultime Notizie

CULTURA  |  LETTO 294  
Franceso Gencarelli sostenitore di una “Calabria rigenerata”
Per il poeta satirico Salvatore Braile, Francesco Gencarelli “risulta essere in paese il solo interessato al bene del suo popolo nel civico conse ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 482  
La notte nazionale del Liceo Classico
Torna l’appuntamento con la Notte nazionale del Liceo Classico. Anche quest’anno il Liceo V. Julia di Acri prende parte all’evento nazionale, giu ...
Leggi tutto

EDITORIALE  |  LETTO 921  
Ospedale. A chi credere? Chi sarà il prossimo?
Sono, oramai, quattordici anni che sull’ospedale Beato Angelo, inevitabilmente oggetto di scontro politico tra le varie fazioni, si sprecano annu ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 756  
Ancora un successo per le alunne e gli alunni dell’I.C. B.F.M. Greco
Nell’ambito del progetto “Pretendiamo legalità” promosso dalla Polizia di Stato, il video realizzato dalla classe 1°A della scuola secondaria di ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1310  
Molinaro: la rivincita dell’ospedale di Acri. Gli interventi sanitari e organizzativi in programma
Insieme ad  Antonio Bifano Segretario  CONF.A.I.L -Sanità Calabria, abbiamo incontrato il Direttore Generale Antonello Graziano e il Direttore Sa ...
Leggi tutto

ADV