SPORT Letto 3800

Filogaso - Olympic Acri 0 - 2


Foto © Acri In Rete



Filogaso: Michienzi 5,5, Serrao 6, A. Mari 6 (83° Menniti), D. Mari 6 (74° Romeo 6), Cascas 6, Mazza 6, T. Borneo 5,5 (74° M. Romeo 6), G. Macrì 6, Cannitello 5,5, Corigliano 6, Bagnato 6. All. Vangeli.

Olympic Acri: Spingola 6, Mancino 6,5, Viteritti 6, Fabio 6,5, Luzzi 6, Tedesco 6, Azzinnari 6,5, Giudice 7, Provenzano 6,5, Lacanna 6 (91° Giudice), Lamirata 6. All. Pascuzzo.

Marcatori: 20' Giudice, 65° Provenzano (rig.).
Arbitro: Bottura di Crotone 5


Filogaso - Concreto e spietato. L'Olympic Acri espugna Filogaso e resta sul podio, in terza posizione in classifica alle spalle della coppia formata da Cotronei e Amantea cui risucchia due punti, e sempre davanti alla Silana e al Belvedere.
La squadra di Pascuzzo non brilla, ma vince ugualmente, sfruttando al massimo gli episodi.
E la qualificazione ai playoff adesso sembra davvero possibile, al culmine di una splendida rimonta: in questo momento (- 8 dal secondo po-sto) l'Olympic li giocherebbe.
Match brutto e segnato dalle polemiche per via di un rigore molto dubbio concesso agli ospiti nella ripresa e che di fatto ha tagliato le gambe alla giovane squadra allenata da Adriano Vangeli.
Poche emozioni al Comunale, si diceva, e partita giocata pre-valentemente a centrocampo tra due squadre che si sono comunque equivalse.
Primo tempo addirittura alla camomilla. Filogaso pericoloso con un paio di calci piazzati: solletico allo stato puro per Spingola. Quasi inoperoso Michienzi.
Unico sussulto al 20' per il vantaggio firmato da Giudice su un batti e ribatti in area gialloverde dopo un calcio d'angolo.
Il giocatore ospite è il più lesto e la sua zampata vale lo 0-1. Timida la reazione dei padro-ni di casa, incapaci di rendersi pericolosi e penalizzati dalle assenze pesanti di Marcatante, Restuccia, Alessio Macrì e Imineo.
In pratica Vangeli ha dovuto rinunciare in un colpo solo a tutto l'attacco.
Impossibile fare di più, anche se nella ripresa il Filogaso non è dispiaciuto prendendo gol nel suo momento migliore.
Al 19' infatti l'occasione più nitida per i padroni di casa con un'incursione non sfruttata al meglio di Gabriele Corigliano.
Tiro di poco a lato e capovolgimento di fronte micidiale: Mazza viene a contatto con La Canna che finisce a terra, per l'arbitro è rigore. Veementi le protesta dei dirigenti di casa.
Ne fa le spese il presidente Luciano che viene espulso.
Dal dischetto Provenzano non sbaglia ed è due a zero. Poco dopo un altro fallo costa a Mazza il doppio cartellino giallo e l'espulsione.
Il Filogaso resta in dieci e l'Olympic mette in ghiaccio il match incassando tre punti preziosi nella corsa verso i playoff.
Resta in bilico tra la salvezza e i playout la squadra di Vangeli attesa ora da un calendario insidioso: Silana, Amantea e Belvedere da affrontare nelle ultime quattro partite.

PUBBLICATO 20/03/2017  |  © Riproduzione Riservata

ADV




Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 310  
Questione ospedale, dietrofront dell’Amministrazione?
L’esito dell’ultima seduta della commissione sanità allargata non è stato positivo. Si è avuta la percezione di... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 514  
Il presidente di Sinistra Italiana Nichi Vendola ad Acri
Nichi Vendola, presidente di Sinistra Italiana è stato in Calabria due giorni per parlare... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 286  
Primo Festival nazionale del dialogo filosofico, fra i partecipanti due Istituti calabresi
Portare il dialogo filosofico all’attenzione di tutto il territorio nazionale, partendo dalla scuola dell’infanzia.... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 739  
Il Lions Club Acri mette in scena la seconda edizione del Processo Simulato
Il Lions Club Acri sotto la guida del Presidente Avv. Raffaela Bruno, ha voluto, nella “Settimana della Legalità Lions” mettere in scena la II^ e ...
Leggi tutto

LETTERE ALLA REDAZIONE  |  LETTO 1208  
La “buona sanità” della chirurgia Falcone
Da una nostra lettrice, riceviamo e pubblichiamo. Sono ormai ben noti lo spessore professionale e le doti umane di Bruno Nardo, professore unive ...
Leggi tutto

ADV