POLITICA Letto 5795  |    Stampa articolo

Comune. Caiaro: "occorre risollevarsi anche dal fallimento morale e culturale"

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
condividi su Facebook
Luigi Caiaro, consigliere comunale di maggioranza, è capogruppo di Acri in Comune. Alle ultime comunali di giugno scorso è risultato essere il terzo più votato con 373 preferenze.
Su questi primi mesi di governo, dice; “è un lasso di tempo breve per poter esprimere un giudizio e comunque un periodo temporale utile a fornire alcune importanti indicazioni.
Il voto ci ha consegnato un consiglio comunale rinnovato nei consiglieri e profondamente mutato sul piano politico e di rappresentanza.
La situazione ereditata è tutt’altro che semplice, questa amministrazione si è trovata a fronteggiare una condizione  nuova e straordinaria e cioè il fallimento contabile-finanziario dell’Ente.
Fallimento non solo economico ma per molti aspetti anche morale e culturale.
Siamo stati costretti a far fronte ad una serie di criticità inaspettate nonostante tutto siamo riusciti ad affrontare le emergenze mettendo in campo tutte le risorse  e le energie disponibili. In pochissimi giorni è stato messo in piedi un cartellone dell’Estate Acrese, a costo zero, ricco di eventi e di attività che finalmente dopo anni di buio hanno riportato i cittadini a rivivere le piazze, i quartieri e l’anfiteatro.

Sugli imminenti progetti, aggiunge; “si sta predisponendo un programma ricco ed interessante per la canonizzazione del Beato Angelo, il tratto esterno della galleria è completato e la Provincia sta svolgendo la gara per la realizzazione  dell’illuminazione all’interno del tunnel, sono stati recuperati finanziamenti per l’adeguamento sismico di quattro scuole, verrà realizzato un canile sanitario e tante altre cose sono in cantiere al fine di ricambiare la fiducia degli elettori.
Sull’ospedale dice; “al fine di risanare i bilanci non si dovrebbero violare quelli che sono i diritti inalienabili dei cittadini, bisogna partire da due contraddizioni di fondo: in Calabria esistono troppi ospedali fotocopia, si dovrebbe puntare, a promuovere per ogni presidio reparti con delle specificità e delle eccellenze che garantiscano risposte di qualità, eppoi non si capisce come mai non si affidi al presidente Oliverio la responsabilità dell’organizzazione sanitaria che sicuramente assicurerebbe un migliore sistema sanitario.
L’Atto aziendale prevede la medicina come struttura complessa, la lungo degenza, il pronto soccorso 24 ore su 24, il reparto di  chirurgia con Weeek-Surgery, l’ambulatorio oncologico, la ripresa di tutte le attività ambulatoriali, 12 posti per la dialisi, l’istallazione della risonanza magnetica.
Vigileremo affinché l’ospedale continui ad essere  punto di riferimento di tutto il circondario.”
Sull’adesione alla Fondazione Mab Sila, Caiaro dice "aderire è in primis una sfida di tipo culturale, significa far parte di aree privilegiate, di aree dove al primo posto si trova  l’educazione ambientale, la sperimentazione di politiche rivolte allo sviluppo territoriale di avanguardia, la natura, la conservazione dell’ambiente e il rispetto per l’eco sistema che ci circonda e ci proietta alla possibilità di accedere a finanziamenti nazionali e comunitari.”
Sul duro scontro tra maggioranza ed opposizione, afferma; “io penso alla politica come arte nobile, intesa all’armonia e al confronto, penso al confronto e alla scontro politico come esaltante e stimolante, non distruttivo e strumentale. Mi rendo conto che il processo di essiccamento  dei valori è andato molto avanti anche ad Acri e la politica senza idee e l’opposizione preconcetta la fanno da padrone.
Penso ad una  politica lontana dalla rincorsa del consenso a tutti i costi, una politica coerente  elegante  ed innovativa che si lasci alle spalle le vecchie pratiche becere e  cialtronesche, una politica che sappia giocare d’anticipo per affrontare le sfide future
.”

PUBBLICATO 23/09/2017 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 293  
Leggende della Sila e dintorni
(Quanto state per leggere è frutto di una mia ricerca antropologica. Non autorizzo la riproduzione parziale o totale di ciò segue a patto di essere preventivamente avvisata)..... ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 450  
Una rotonda sul mare...
Se c’è una un’espressione che negli ultimi sei anni abbiamo sentito ripetere fino allo sfinimento è certamente questa:“Siamo un Comune in dissesto”. Questa frase ha riempito la bocca di molti politic ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 572  
Rotary, Rita Coschignano è il nuovo presidente
Sabato pomeriggio, in in diretta zoom dalle ore 18,30, presso la sede del Rotary club di Acri, c’è stato il passaggio delle consegne tra il presidente dott. Paolo Caravetta e la professoressa Rita Cos ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 460  
Diamo a Cesare quel che è di Cesare
Ho letto l'articolo del signor Garotto e volevo fare direttamente i miei complimenti, non è come si dice un articolo portatore di belle e buone notizie ma il suo contenuto mette a nudo quello che è lo ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 491  
Essere
Termine filosofico ed empirico che ha preso spesso piede tra le svariate scelte.... ...
Leggi tutto