OPINIONE Letto 5316  |    Stampa articolo

A.N.C. l'orgoglio d'appartenenza

Foto © Acri In Rete
Franco Bifano
condividi su Facebook
I tempi, purtroppo, sono quelli che sono! La crisi ancora morde, le risorse scarseggiano, cosi come le buone prospettive. Eppure, in questo quadro a tinte fosche esiste sul nostro territorio, e non solo, una ricchezza universalmente riconosciuta. Un patrimonio non in euro, ma ugualmente spendibile; una forza propulsiva, una ricchezza speciale: quella del darsi da fare senza nulla pretendere, fatta d’impegno quotidiano, di generosità e passione. Questo il mondo delle Associazioni di volontariato. Sono tante (per fortuna!) quelle che giornalmente si impegnano  per integrare, migliorare, sostituire  i servizi, sempre meno presenti   sul   nostro   territorio.  Un’incredibile universo di  risorse umane e di mezzi, di volti puliti, ragazzi e ragazze  pronte ad impegnarsi in ogni circostanza, a dare il loro contributo con generosità, senza risparmiarsi.
Fra le tante associazioni attive vi è l’Associazione Nazionale Carabinieri, presente nella nostra città   da 15 anni ma effettivamente operativa però  dal 2013. Ne fanno parte ex carabinieri e loro famigliari, o semplici simpatizzati. Io sono tra questi ultimi. Consapevoli di rappresentare una tra le più importati istituzioni della Repubblica i volontari ANC sono chiamati a metterci qualcosa in più dell’impegno, la dedizione. Pietro Arcuri, Gencarelli Natalino, Armando Romagnino, formano un direttivo, agile e operativo,  Gianluca De Nunno Vice Presidente, il Maresciallo Vittorio Rovitti Segretario, tutti sotto la guida  del  mitico Presidente Giuseppe Vaccaro  e  poi 110 iscritti con una   presenza importante di donne determinate e propositive.
La presenza dell’ANC sul territorio rappresenta un bene prezioso. La sua azione si esplica attraverso la raccolta alimentare e d’abbigliamento. Contribuisce con successo alla raccolta fondi per Telethon,  distinguendosi negli ultimi tre anni per aver raccolto come associazione il numero maggiore di fondi.  Non c’è evento, religioso e non, in cui i volontari, se richiesti,  non offrano gratuitamente il loro servizio di giorno o di notte. Punti di riferimento anche in questioni legate all’ordine pubblico e controllo del territorio. Una presenza costante, efficace e discreta sulla quale la città e il territorio  possono stabilmente contare. Sono questi i volontari dell’Associazione Nazionale  Carabinieri  di Acri  ed è motivo di orgoglio appartenervi.      



PUBBLICATO 10/11/2017 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 117  
Pronto il defibrillatore a Serricella. E Turano pensa già all Regione
Il primo novembre, a meno di impedimenti dell'ultima ora, verrà installato a Serricella un defibrillatore automatico, collocato su una colonnina, appositamente messa in opera dall'amministrazione comu ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 615  
Covid19, ritornano la Dad ed il coprifuoco?
Sono ore concitate. Il vice presidente della regione, Nino Spirlì, starebbe pensando... ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 591  
Il Corto di Muccino sulla Calabria. Si poteva fare di più e meglio
Scriviamolo subito. Non è nostra intenzione giudicare l’aspetto tecnico né i contenuti del lavoro, “Calabria terra mia”, del regista Muccino sulla Calabria, commissionato dall’attuale amministrazione ...
Leggi tutto

CALCIO  |  LETTO 266  
Il punto sulla Promozione. L’Acri pareggia in casa
Quinta giornata. Turno infrasettimanale che premia la Promosport, giunta al quinto risultato utile consecutivo... ...
Leggi tutto

RELIGIONE  |  LETTO 168  
Siamo ambiente
Si pensa che l’ambiente naturale sia un sito esterno da utilizzare la Domenica, oppure uno dei pochi paradisi terrestri per le prossime vacanze. Tutto il resto si può inquinare ...
Leggi tutto