POLITICA Letto 5267  |    Stampa articolo

Acqua e sicurezza, disagi continui. La denuncia del consigliere Salvatore Palumbo

Foto © Acri In Rete
Rosanna Caravetta
condividi su Facebook


Carenza idrica, sicurezza nelle frazioni, scarso coinvolgimento da parte della maggioranza.
Queste alcune delle questioni sollevate dal consigliere comunale di minoranza Salvatore Palumbo che torna ad incalzare gli amministratori dopo aver sottoposto alla maggioranza già nelle scorse settimane una serie di interrogazioni, sottoscritte anche dal resto dell'opposizione, proprio su queste problematiche la cui risoluzione pero, è l'amara constatazione di Palumbo, sembra essere ancora molto lontana.
In primis la carenza idrica con “numerosi cittadini che continuano ad essere lasciati senza acqua nelle proprie abitazioni soprattutto nelle zone di Montagnola, Sorbo, Pertina, ma anche centro citta.
A tal proposito continuo a chiedere il perché di queste interruzioni e quali provvedimenti, questa amministrazione, sta pensando di intraprendere nell’immediato
".
Non va meglio per il consigliere Palumbo se si parla poi di sicurezza nella cittadina.
Vedendo quello che sta succedendo nelle frazioni di San Giacomo e Foresta, dove i cittadini non si sentono più sicuri nemmeno nelle proprie abitazioni a causa dei ripetuti furti, chiedo agli amministratori di prendere provvedimenti, con l’installazione – la proposta di Palumbo - di telecamere all’uscita e all’entrata di queste frazioni.”
Infine, in termini di confronto politico, Palumbo, alla sua prima esperienza in Consiglio, aveva riposto significative speranze “ nel discorso di apertura del sindaco alla minoranza.
Un discorso
– ha ricordato Palumbo - di collaborazione per il bene del nostro paese.
Invece la collaborazione che dovrebbe partire dalle commissioni e dal lavoro pre-Consiglio vuole che ci troviamo piuttosto difronte a documenti già definiti con le nostre osservazioni che non servono a niente.
E da qualcuno come il consigliere Caiaro – ha incalzato Palumbo- ci sentiamo anche dire: "adesso qua ci siamo noi e comandiamo noi".
Lo stesso che poi parla di non chiusura verso le minoranze
”.
Al consigliere di maggioranza Caiaro, Palumbo rivolge infine un suggerimento: “ non parli per sentito dire, di questa amministrazione forse è l'unico meno informato”.

PUBBLICATO 27/08/2018 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 304  
Il mondo alla rovescia
Nel novembre 2022, il Ministro Calderoli lancia alla stampa (e non in Parlamento) il.... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 368  
Palasport “Pasquale Montalto”, Fratelli d’Italia Acri condivide la proposta
Abbiamo letto la proposta di intitolare il Palazzetto dello sport allo scomparso Prof..... ...
Leggi tutto

EDITORIALE  |  LETTO 1040  
Diritti lesi
Gaia Bafaro, autrice dell'articolo che suscitato reazioni molto forti, è una collaboratrice del giornale. Nel tempo la collaborazione è diventata più sporadica. ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 1025  
Autonomia differenziata o secessione camuffata?
Partiamo dal presupposto che il regionalismo rafforzato è sia di destra che di sinistra, il cui accesso era sconsigliato alle Regioni governati da incoscienti. E’ pensato da D’Alema nel 2001, per esal ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 800  
Diritto di replica. Gay Pride. No all’odio e all’omofobia
Il presente scritto ha lo scopo di rispondere all’ articolo di Gaia Bafaro e pubblicato da Acri In Rete nonché fare una richiesta rivolta alla redazione di Acri In Rete stessa. ...
Leggi tutto