NEWS Letto 2508  |    Stampa articolo

Comune. Cambiano le commissioni consiliari? Salta qualche presidenza?

Foto © Acri In Rete
Redazione
condividi su Facebook
Subito una riflessione; considerando i tanti e scottanti temi, sarebbe stato più opportuno indire la seduta del consiglio comunale di mattina. Invece, l’assise, che potrete seguire in diretta streaming sul nostro sito, è in programma per giovedì prossimo alle 15 (ciò significa che inizia alle 16) e che, quindi, con ogni probabilità si protrarrà fino a notte fonda. Ben otto i punti all’ordine del giorno, tutti di estrema importanza.
Bilancio di previsione 2019, documento unico di programmazione, programma triennale dei lavori pubblici, piano delle alienazioni degli immobili comunali.
Tra i punti anche il regolamento sulle commissioni consiliari e la modifica della delibera di consiglio comunale dello scorso 11 ottobre. In quella data, come si ricorderà, furono varate le nuove commissioni a seguito della entrata in assise di Luigi Cavallotti al posto di Salvatore Fusaro, nominato assessore.
Sempre in quella occasione furono riconfermate il numero delle commissioni, sei, ed i relativi presidenti; prima commissione, Igiene, Ambiente, Lavori Pubblici e Traffico, Giuseppe Intrieri, seconda commissione, Personale, Affari Generali e Istituzionali, Affari Legali, Fondi Comunitari, Lavoro, Formazione Professionale, Tributi ed Economato, Bilancio e Protezione Civile, Luigi Caiaro, terza commissione, Sanità, Servizi Sociali, Volontariato e Trasporto, Cultura, Pubblica Istruzione, Rapporti con le Università, Tutela e valorizzazione del centro storico e Turismo, Fausto Sposato, quarta commissione, Agricoltura e Forestazione, Angelo Gencarelli, quinta commissione, Sport, Spettacolo, Tempo libero, Politiche giovanili, Patrimonio, Pari Opportunità e Attività Produttive, Luca Siciliano, sesta commissione, Urbanistica, Simone Bruno.
Dubitiamo che dopo giovedì le commissioni resteranno le stesse. Il fatto che la maggioranza abbia fortemente voluto portare il punto all’interno del consiglio comunale, fa pensare che qualcosa cambierà, probabilmente a capo delle presidenze.
Considerando gli ultimi eventi che hanno visto contrapporsi, anche in modo violento, sindaco e pezzi della maggioranza da una parte, Caiaro ed Intrieri dall’altra, è molto probabile che saranno proprio questi ultimi due i sacrificati alla presidenza rispettivamente della commissione bilancio e lavori pubblici.
Se dovesse accadere ciò allora lo strappo tra le due parti sarebbe definitivo. Chi saranno i sostituti?
Un motivo in più per seguire la seduta del consiglio comunale di giovedì che si preannuncia non solo lunga ma anche molto animata.

PUBBLICATO 24/03/2019 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 656  
Da sempre, dalla parte dei cittadini
Coerentemente con i principi ispiratori del Movimento da me guidato, continuo a pensare che la via maestra da perseguire sia quella equidistante dalle nobili quanto purtroppo e spesso camuffate ideolo ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 381  
Quarto Seminario on-line. Parliamo di scuola
Pensiamo alla scuola che verrà, anche se siamo sotto l’ombrellone. Continuiamo a pensarci e a parlarne, lo facciamo nel quarto seminario on-line di Hortus ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 1947  
Chiedo per un amico
Gentilissimo neo Assessore agli Affari Legali e Generali del Comune di Acri, avv. Franca Sposato, sono onorato che nelle Sua prestigiosa veste appena acquisita la prima uscita sui giornali locali Lei ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1645  
Errata interpretazione di un ricorso al T.A.R. non imputabile al comportamento dell’Amministrazione Comunale
In merito all’articolo a firma di Franco Bifano, apparso sulla testata Acrinrete, e dal titolo (volutamente??) fuorviante e anche offensivo dell’intelligenza dei soggetti coinvolti, mi preme l’obbligo ...
Leggi tutto

AVVISO  |  LETTO 460  
Valorizzazione e rilancio del territorio
Martedì 21 luglio alle ore 18, Acri ospiterà la presentazione del Bando per lo “Sviluppo della filiera corta agroalimentare dei prodotti a forte riconoscibilità territoriale” del Gal Sila. ...
Leggi tutto