VIAGGI Letto 1628  |    Stampa articolo

Una gita a… San Giorgio Albanese

Foto © Acri In Rete
Redazione
San Giorgio Albanese (Mbuzati in arbëreshë) conta oltre mille abitanti e dista poco più di 15 km. Si trova sul versante settentrionale della Sila Greca, situato su un'altura, tra due valloni di fiumara.
Tra i paesi italo-albanesi d'Italia, fondato verso il 1470 da profughi albanesi, appartiene all'Eparchia di Lungro e conserva la lingua arbëreshe, il rito bizantino e i costumi tradizionali.
La notizia di un villaggio chiamato San Giorgio (ovvero Sancto Jorio) nel territorio della contea di Corigliano, risale all'epoca dei Normanni e la si ricava da un documento del 1104. Monumenti e luoghi d'interesse.
Il borgo si sviluppa intorno al palazzo del Municipio e gode di un panorama tra i più particolari della Calabria settentrionale: da una parte le cime della catena montuosa del Pollino, dall'altra il mar Ionio e poi intorno le colline di terra rossa con vigneti ed uliveti. Il centro storico conserva una caratteristica architettura delle vie con le case costruite intorno ad un piazzale, cosiddetto sheshi.
Alcune abitazioni mostrano gli elementi propri dell'architettura albanese, con le cornici imponenti dei portoni dei palazzi nobiliari e le tipiche finestre circolari del sottotetto.
Le vie sono caratterizzate dalla gjitonia, un compilato intreccio di urbanistica e di vita sociale dove si alternano momenti di socializzazione e di trasmissione di saperi e competenze.
Da vedere la chiesa parrocchiale dedicata a San Giorgio Megalomartire, costruita nel 1712, in stile barocco, il Centro studi per la minoranza albanese d'Italia, la Pinacoteca comunale con dipinti raffiguranti la storia degli albanesi, un murale nel centro storico con scene epiche e di vita quotidiana degli albanesi, la sala consiliare dove si trovano maestosi dipinti del pittore albanese Petrit Ceno, dedicati alla venuta degli albanesi in Italia.
Tradizioni. Il 23 aprile si festeggia San Giorgio, patrono del paese.
Il costume tradizionale di San Giorgio Albanese si distingue da altre comunità Arbëreshë per la pandera, originale cinturino.
Molto ricercate e di ampia dimensione i ricami, di solito floreali, del grembiulino.
Gonna rossa bordata di verde e corpetto nero compongono, assieme al grembiule, il vestito di ogni giorno.
Molto apprezzate le famose percoche di San Giorgio, varietà di pesca con polpa compatta bianca e nòcciolo aderente alla polpa.
Prossima tappa, Bisignano

PUBBLICATO 17/05/2019





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1143  
Tempo di bilanci
In queste settimane di emergenza e confinamento a causa del coronavirus, anche il nostro Ente è alle prese con la ridefinizione del bilancio comunale. ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 919  
Le decisioni dei pochi
Apprendo dagli organi di stampa e dai social che a breve sarò chiamata ad approvare sia il consuntivo relativo al 2019 sia il bilancio di previsione per il 2020. ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 528  
Mare e Montagne
Rivedere il mare, le mie montagne, la mia scuola. Tornare a metter piede sul primo asfalto, quello che mi fa sentire a casa perché dirige il mio sguardo direttamente alla collina di un bellissimo ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 4200  
La storia di un negozio centenario a Serricella
Acri, è suddivisa in varie frazioni e ognuna di queste ha una storia da raccontare. Infatti, Acri può vantare un passato fatto di santi , nobili illustri, poeti e ancora oggi, si ritiene fiera dei suo ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1278  
Covid 19 e tamponi. Regione. Notizie false, denunceremo per procurato allarme
“Si tratta di notizie false e tendenziose, manifestamente infondate e tese a denigrare l’immagine della regione. I laboratori di microbiologia accreditati processano quotidianamente circa 1.300 tampon ...
Leggi tutto