POLITICA Letto 2348  |    Stampa articolo

Fusaro. La crisi idrica non è una novità

Foto © Acri In Rete
Rosanna Caravetta
condividi su Facebook
Ha fatto il punto sulla situazione della problematica idrica spiegando le azioni intraprese dal Municipio per far fronte alla emergenza che va avanti oramai da troppo tempo.
Così ieri mattina l’assessore ai lavori pubblici del Municipio Tullio Fusaro nel corso di una conferenza stampa tenutasi nella sala giunta di Palazzo Gencarelli.
Scusandosi innanzitutto con i cittadini per i tanti disagi che sta creando la mancanza di acqua dalle abitazioni, l’assessore Fusaro ha tenuto però a ribadire che l’emergenza idrica alla quale si sta cercando di porre rimedio è una condizione non certo nuova tanto per gli amministratori quanto per i cittadini.
La differenza con gli anni passati sta nel fatto - ha spiegato Fusaro - che questa maggioranza ha scelto di adottare la linea dell’informazione continua ai cittadini.
Attraverso tutta una serie di avvisi pubblicati sul sito dell’Ente stiamo facendo in modo che gli utenti non vengano più colti di sorpresa ma siano piuttosto a conoscenza del perché i loro rubinetti saranno lasciati a secco e dei tempi previsti per il ripristino del guasto.
Tutto ciò
– ha proseguito Fusaro - ha dato ovviamente maggiore risalto alla problematica che tuttavia non nasce e si sviluppa adesso ma arriva da lontano”.
I 220 chilometri di rete idrica che attraversano il vasto territorio comunale versano infatti , da anni, in un pessimo stato.
Si tratta di condutture datate, fatiscenti e obsolete che “fanno registrare – il dato fornito dall’assessore – una media di tre rotture al giorno”.
Inoltre l’orografia del territorio non permette di avere un sistema centralizzato di tutte le reti .
Rispetto a questa situazione, tra le azioni più significative già avviate dall’assessore Fusaro al fine di ridurre qualche criticità, il monitoraggio di alcuni serbatoi attraverso un sistema elettronico che controlla il livello dell’acqua avvisando i tecnici , attraverso un messaggio, se lo stesso si dovesse abbassare.
Questo ci permette – ha proseguito Fusaro - di intervenire per tempo evitando il blocco dell’acqua”.
Ma è sugli interventi di manutenzione straordinaria che l‘assessore punta.
Tra i grandi progetti quello del rifacimento di alcuni tratti della rete idrica grazie al finanziamento di circa due milioni di euro stanziato dalla Regione Calabria.
Ci vorrà però ancora un po’ di pazienza perché nonostante sia già passato un anno e mezzo dalla pubblicazione della graduatoria bisognerà attendere fino al 2020 prima di poter utilizzare i fondi.
Ai cittadini infine l’invito di Fusaro a razionalizzare il più possibile l’utilizzo dell’acqua evitando di impiegarla per l’irrigazione di orti e giardini.


PUBBLICATO 15/07/2019 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 229  
Fiore di loto
Acri è una città dove i fiumi sono diventati strade. Acri è una città dove il senso.... ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 252  
Il Murales dell’inclusione, della visibilità e della speranza
Lo scorso 3 agosto, a conclusione di settimane di piacevole e intenso lavoro, è stato inaugurato il Murales... ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 122  
Cammino Basiliano, mercoledì la presentazione
Del Cammino Basiliano, Acri in rete se ne è occupato nello scorso mese di gennaio... ...
Leggi tutto

ENTROTERRA  |  LETTO 114  
Ho attraversato il Veneto
Questo testo è nato da un post scritto da Giuliano, pugliese di Corato (Ba), dopo un viaggio attraverso il Veneto in un pomeriggio d’inverno, andata e ritorno da Recoaro Terme a Treviso. Claudia Fabr ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 205  
Calabria-Sicilia. Spunta il tunnel subalveo
Di questo argomento interessante, ce ne siamo occupati spesso (basta fare una semplice e veloce ricerca sul sito).... ...
Leggi tutto