COMUNICATO STAMPA Letto 1008  |    Stampa articolo

Una città in ginocchio

Foto © Acri In Rete
Luigi Caiaro - Giuseppe Intrieri
condividi su Facebook


Sollecitati da più parti e spinti da diversi cittadini, ci vediamo, ancora una volta, costretti a scrivere per denunciare quello che nel ventunesimo secolo pare essere qualcosa di inverosimile, assurdo e dai tratti kafkiani.
E’ difatti inconcepibile che l’intero centro urbano della nostra cittadina sia da tre lunghi giorni abbandonato e privo di acqua potabile.
Ci uniamo al disagio e chiediamo scusa alle tante famiglie, soprattutto a quelle che devono assistere soggetti fragili, anziani e con disabilità, e alle tante attività produttive e commerciali che ormai da mesi si vedono negare quell’imprescindibile e indispensabile (soprattutto in tempo di pandemia) diritto del bene primario dell’acqua.
Interventi squinternati, squalificati ed inutili come la trivellazione dei pozzi di Sant’Angelo e Croce di Greca che sono costati circa CENTOTRENTAMILA EURO (ovviamente di affidi diretti) e dai quali ad oggi non viene immessa in rete neanche una goccia d’acqua, non sono stati risolutivi di un problema che in questi cinque anni di amministrazione capalbo si è ingigantito ed amplificato a dismisura.
Altri sarebbero stati gli interventi da dover effettuare e che noi avremmo messo in atto per almeno mitigare questa grave problematica.
In questi giorni anche i servizi ospedalieri sono stati minati dalla assenza dell’acqua arrecando infinite difficoltà ai tanti malati ed utenti della struttura sanitaria.
Purtroppo siamo costretti a ripeterci, ma, ahinoi, l’intera attività amministrativa e politica è stata improntata solo ed esclusivamente sul valzer delle poltrone e su una continua e perenne campagna elettorale, perdendo di vista i reali bisogni e le tante esigenze della città.
Alla luce di questo deludente, disastroso e clamoroso insuccesso amministrativo che palesa tutta la vostra incapacità ed inconcludenza politica, vi invitiamo a dimettervi ed a rimettere il mandato in mano agli elettori al fine di evitare ulteriori sconquassi ad una comunità che merita invece una classe politica che abbia a cuore esclusivamente la res pubblica e gli interessi della collettività.

PUBBLICATO 09/10/2021 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

CALCIO  |  LETTO 70  
Il punto sull’Eccellenza. L’Acri sconfitta dalla Morrone
Sesta giornata. Primi gol dell’Isola ancora senza vittorie, Reggiomed in testa, si fanno avanti Locri e Paolana...... ...
Leggi tutto

RECENSIONE  |  LETTO 196  
Pedalando sulle strade dell'altopiano, il nuovo libro di Manuel F. Arena
Manuel Francesco Arena in questo diario di bordo ci guida in un sensazionale ed avventuroso viaggio sull’Altopiano della Sila. Partendo sempre da casa in economia sulla sua bicicletta da corsa, ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 310  
Pronti per volare?
Una scuola la si può guardare da molte prospettive. Il nostro Istituto punta sempre in alto nella formazione e il Corso di droni ne è la prova. ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 211  
Mostra micologica e 25° anniversario del Gruppo Micologico Sila Greca
Due giorni intensi per neofiti ed esperti, articolati su due location, palazzo Falcone e chiostro comunità montana..... ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 216  
Bullismo. Quanto se ne parla?
Quanto ne sappiamo di bullismo? Quello che con l’avvento dei social e la loro estrema diffusione fra bambini e adolescenti..... ...
Leggi tutto